Il cacciatore di aquiloni e Mille splendidi soli

Qui si parla di libri preferiti (anche non fantasy) che hanno conquistato il podio delle nostre letture.
Libri bellissimi da consigliare...

Il cacciatore di aquiloni e Mille splendidi soli

Messaggiodi SONIAAA » 18/05/2009, 10:19

Il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini.
Romanzo autobiografico ambientato in Afghanistan a Kabul in cui l'autore, nel libro Amir, racconta la sua amicizia con Hassan, suo servo. Amicizia profonda ma tormentata da una serie di eventi e in particolare da uno che ne provocherà l'allontanamento definitivo. Il tutto è contornato da una situazione politica molto difficile che porterà Amir ad emigrare negli Stati Uniti con il padre (1980).
Amir cresce con il continuo tomento e il senso di colpa per il tragico episodio che lo ha allontanato da Hassan, il tutto reso ancor più difficile dalla figura imponente di suo padre.
Da adulto riceverà una telefonata che lo porterà a lasciare gli Stati Uniti e a tornare a Kabul per salvare il figlio di Hassan. Questo viaggio lo porterà a dover riaffrontare vecchi fantasmi che credeva di aver seppellito, ma gli darà anche l'opportunità di espiare la colpa commessa tanti anni prima che continuamente lo angosciava.
SONIAAA
 
Messaggi: 149
Iscritto il: 27/04/2009, 13:08

Re: Il cacciatore di aquiloni

Messaggiodi gio » 18/05/2009, 10:30

ummmm interessante. Forse potrei tradire il fantasy per una volta... ;)
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Mille splendidi soli

Messaggiodi koukla » 29/06/2009, 22:26

Ho appena finito di leggere questo meraviglioso libro: il secondo dell'autore afghano Khaled Hosseini.
A quindici anni, Mariam non è mai stata a Herat. Dalla sua "kolba" di legno in cima alla collina, osserva i minareti in lontananza e attende con ansia l'arrivo del giovedì, il giorno in cui il padre le fa visita e le parla di poeti e giardini meravigliosi, di razzi che atterrano sulla luna e dei film che proietta nel suo cinema. Mariam vorrebbe avere le ali per raggiungere la casa del padre, dove lui non la porterà mai perché Mariam è una "harami", una bastarda, e sarebbe un'umiliazione per le sue tre mogli e i dieci figli legittimi ospitarla sotto lo stesso tetto. Vorrebbe anche andare a scuola, ma sarebbe inutile, le dice sua madre, come lucidare una sputacchiera. L'unica cosa che deve imparare è la sopportazione. Laila è nata a Kabul la notte della rivoluzione, nell'aprile del 1978. Aveva solo due anni quando i suoi fratelli si sono arruolati nella jihad. Per questo, il giorno del loro funerale, le è difficile piangere. Per Laila, il vero fratello è Tariq, il bambino dei vicini, che ha perso una gamba su una mina antiuomo ma sa difenderla dai dispetti dei coetanei; il compagno di giochi che le insegna le parolacce in pashtu e ogni sera le dà la buonanotte con segnali luminosi dalla finestra. Mariam e Laila non potrebbero essere più diverse, ma la guerra le farà incontrare in modo imprevedibile. Dall'intreccio di due destini, una storia che ripercorre la storia di un paese in cerca di pace, dove l'amicizia e l'amore sembrano ancora l'unica salvezza.
aquiloni.jpg
Il Cacciatore di Aquiloni
aquiloni.jpg (7.7 KiB) Osservato 1950 volte

soli.jpg
Mille splendidi soli
soli.jpg (8.29 KiB) Osservato 1950 volte
Avatar utente
koukla
 
Messaggi: 5271
Iscritto il: 08/03/2009, 23:13

Re: Il cacciatore di aquiloni e Mille splendidi soli

Messaggiodi koukla » 01/07/2009, 22:29

Commento personale: letture consigliate a chiunque, come me, dai telegiornali capisce poco o niente, ma vuole rendersi conto di cosa, effettivamente, sia successo in Afghanistan in questi anni di guerra.
La trama del romanzo (in entrambi i volumi) si dipana sotto la pioggia delle sommosse prima, e dei bombardamenti, poi, che hanno segnato e cambiato il paese più volte, e con esso, la vita dei suoi abitanti, indipendentemente dallo schieramento politico, dal sesso, dall'età e dal ceto sociale.
Avatar utente
koukla
 
Messaggi: 5271
Iscritto il: 08/03/2009, 23:13

Re: Il cacciatore di aquiloni e Mille splendidi soli

Messaggiodi gio » 29/07/2009, 11:16

Letto il cacciatore di aquiloni. Il libro è bello, la scrittura scorrevole e piacevole, la trama ti prende (finito in due giorni), ma non c'è niente da fare, i libri 'realistici' in questo periodo della mia vita non fanno per me.
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: Il cacciatore di aquiloni e Mille splendidi soli

Messaggiodi nihal87 » 25/03/2010, 13:05

:cry: ho letto Il cacciatore di acquiloni poco dopo la sua uscita. tutti dicevano che era bellissimo e io e mia mamma non abbiamo resistito... ho iniziato a piangere dopo la 3 pagina e ho smesso un'ora dopo averlo finito! l'ho letto in due giorni ed è stato VERAMENTE stupendo. Mille splendidi soli ce l'ho nella mia libreria che mi guarda ogni volta che ci passo davanti, ma devo ancora riprendermi dallo shock dell'altro. aspetterà....
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna


Torna a Gli IRRAGGIUNGIBILI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron