Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen

Qui si parla di libri preferiti (anche non fantasy) che hanno conquistato il podio delle nostre letture.
Libri bellissimi da consigliare...

Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen

Messaggiodi gio » 01/02/2009, 10:50

Jane Austen, meravigliosa scrittrice. Amo tutti i suoi libri, ma Orgoglio e pregiudizio è proprio indimenticabile.




Immagine

Orgoglio e pregiudizio (Pride and Prejudice, 1813)

La prima frase del romanzo è uno degli incipit più citati della letteratura inglese: It is a truth universally acknowledged, that a single man in possession of a good fortune, must be in want of a wife
(È una verità universalmente riconosciuta che un uomo scapolo in possesso di una vasta fortuna debba essere alla ricerca di una moglie).


Capolavoro di Jane Austen, "Orgoglio e pregiudizio" ha come temi principali l'orgoglio di classe del signor Darcy e il pregiudizio di Elizabeth Bennet nei suoi confronti. La trama del romanzo si sviluppa intorno alle vicende della famiglia Bennet, composta dai Mr e Mrs Bennet e dalle loro cinque figlie: Jane, Elizabeth, Mary, Catherine e Lydia. L'obiettivo di Mrs Bennet è quello di vedere sposate le sue figlie prima possibile. Mr Bennet, il suo consorte, è un uomo intelligente e sarcastico che ha trovato il suo tranquillo equilibrio ignorando le intemperanze delle figlie minori e della moglie. È invece affezionato a Jane e ad Elizabeth di carattere assennato e ragionevole.
Con tocchi sobri e felici la Austen evoca un incantevole, penetrante quadro della provincia inglese alla fine del XVIII secolo. Il romanzo fu scritto quando la Austen aveva solo ventun anni e una amica di famiglia poteva definirla “la più graziosa, sciocca, leziosa farfalla in cerca di marito che sia dato incontrare”.


Qualche cenno biografico

Immagine
Jane Austen (Steventon, 16 dicembre 1775 – Winchester, 18 luglio 1817) è una figura di spicco della narrativa preromantica e una delle autrici più famose e conosciute d'Inghilterra.

Figlia di un pastore anglicano nacque a Steventon, nello Hampshire, un piccolo villaggio nel sud-est dell'Inghilterra, dove visse per venticinque anni. Penultima di sette bambini, trascorse i periodi più importanti della sua vita nella cerchia dei suoi parenti, in particolare con la sorella Cassandra che, come l'autrice, non si sposerà mai. Nel 1783 Jane e Cassandra frequentano una scuola di Oxford, poi trasferitasi a Southampton, che, in seguito allo scoppio di una epidemia di difterite, sono costrette ad abbandonare.

Dal 1785 al 1786 le sorelle Austen frequentano la Abbey School di Reading. Jane non lasciò mai la sua famiglia e rimase nubile fino alla fine dei suoi giorni.

Nel 1801 la famiglia Austen decise di lasciare Steventon per trasferirsi a Bath. Qui suo padre morì improvvisamente nel 1805, così la sua famiglia si trasferì a Southampton, dal fratello Frank, e successivamente, nel 1809, a Chawtown, un piccolo villaggio a pochi chilometri dal suo luogo di origine, dove il fratello Edward mise a disposizione della madre e delle sorelle un cottage di sua proprietà. Qui Jane Austen rivide e preparò per la pubblicazione i tre romanzi già scritti (Ragione e sentimento, Orgoglio e pregiudizio e L'abbazia di Northanger), scrisse i suoi tre ultimi romanzi (Mansfield Park, Emma e Persuasione) e iniziò Sanditon, rimasto incompiuto.

Per tre anni gli Austen vissero poi a Southampton e, dal 1809, a Chawton, nell'Hampshire. A questo periodo appartengono Mansfield Park, terminato nel 1814, Emma, concluso nel 1816 e Persuasione pubblicato postumo nel 1818 insieme a L'abbazia di Northanger. Quando Persuasione venne pubblicato, fu contestualmente rivelato il nome dell'autrice, rimasta fino ad allora rigorosamente anonima.

Nel 1816 le condizioni di salute di Jane peggiorarono, nel 1817 la sorella Cassandra la condusse a Winchester, in cerca di una cura adeguata, ma in quella città la Austen morì e venne sepolta nella stessa cattedrale.
I suoi romanzi furono pubblicati anonimamente, semplicemente con indicazioni quali "by a Lady" o "by the autor of Sense and Sensibility". Nonostante in alcuni circoli aristocratici il nome dell'autrice fosse noto, solo con la pubblicazione postuma de L'Abbazia di Northanger e Persuasione nel 1818 il fratello Henry rivelò il nome dell'autrice al pubblico.


I suoi romanzi più famosi:
Ragione e sentimento (Sense and Sensibility) 1811
Orgoglio e pregiudizio (Pride and Prejudice) 1813
Mansfield Park 1814
Emma 1815
Persuasion 1817 (postumo)
Northanger Abbey (postumo)
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi Ayram » 03/02/2009, 15:47

:) BraWa! anche io voglio leggerlo...Ho visto il film e son certa che il libro è superbo!
Avatar utente
Ayram
 
Messaggi: 272
Iscritto il: 27/01/2009, 14:18

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi gio » 03/02/2009, 21:06

forse diventa ancora più bello se lo leggi pensando al contesto, alla fine ironia con cui la Austen dipinge la società del suo tempo, a quanto questa donna fosse 'avanti' per i suoi tempi.
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Orgoglio e pregiudizio al cinema

Messaggiodi gio » 06/05/2009, 15:52

Un saggio della versione cinematografica del 2005: Orgoglio e Pregiudizio, con Keira Knightley e Matthew Macfadyen.

http://www.youtube.com/watch?v=xpkCtmAzZDE
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi Il Prenna » 05/11/2009, 16:04

Ma guarda che cosa si trova a scavare a fondo... beh partecipo anche io alla discussione con la "recensione" di anobii

Ancora attuale, dopo tutto questo tempo
Partiamo dal punto di fondo, che cosa ci fa questo libro nella mia libreria?? È un bel libro, secondo me e ha tutto il diritto di starci, anche perché mi piace variare e ultimamente sto leggendo troppo fantasy.
In ogni caso è un libro che mi ha davvero colpito. Me lo ha consigliato una mia amica, dicendo che era uno dei suoi libri preferiti e non mi sono pentito di averlo letto.
La scrittura è veloce, rapida, ti coinvolge per bene, ti cattura specie con l'imprevisto colpo di scena a metà del libro che da un'accelerata a tutta la storia che altrimenti incominciava ad arenarsi.
Come dicevo nel titolo è un libro molto attuale, non tanto per le dinamiche della storia, che sono oramai storia antica, quanto per certi personaggi con la testa vuota e la capacità soltanto di parlare e parlare senza rendersi pienamente conto di quello che dicono... e allora a volte è meglio la gente riservata, che apre bocca solo quando è sicura di dire il vero e che crede per davvero a quello che dice. Se leggerete il libro vi salterà subito all'occhio quanto danno può fare una lingua non collegata al cervello. Guardate quanti danni fa la madre della protagonista. E vi salterà ancora più all'occhio quanti danni può fare una lingua quando è usata per far male. Vedete l'antagonista in amore di Lizzy o il signor Wichman che con le sue parole fa passare per ignobile una persona che è tutto il contrario.
Stiamo ben attendi ai pregiudizi e stiamo ben attenti a evitare di inculcarli nella testa della gente.
Quanto all'orgoglio, certo è un ottimo compagno di strada, ma dobbiamo essere in grado di accantonarlo ogni tanto per il nostro bene!!
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi demon black » 06/11/2009, 22:26

Io ho amato e mi sono rotolata dalle risate con Lizzy e Darcy!!!!

Sono uscite altri due libri che lo riguardano: uno che dovrebbe essere bellissimo e un altro che è una....americanata rovina capolavori :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:

Per orgoglio o per amore di Pamela Aidan
dove qui è Darcy che narra la storia ma dal suo punto di osservazione e di emozione

Qui la trama

http://www.anobii.com/books/Per_orgogli ... e91fe3d31/

e l'altra....mi rode a metterla ma, la segnalo lo stesso per parcondicio :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:
Mi rifiuto di metter il titolo quindi vi linko solo il libro

http://www.anobii.com/books/Orgoglio_e_ ... c866d23cb/
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi ziadada » 06/11/2009, 22:43

... da non trascurare anche l'imprescindibile "Orgasmo e pregiudizio"... :lol:

Immagine

C'è anche "Orgoglio e preveggenza", primo di una serie di gialli con i coniugi Darcy nel ruolo di investigatori :-P
... a mind needs books as a sword needs a whetstone...

"So you believe in ghosts, do you sergeant?"
"I believe in God the Father, God the Son and the sidhe ridin' the wind."
Avatar utente
ziadada
 
Messaggi: 1448
Iscritto il: 14/02/2009, 21:41

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi demon black » 06/11/2009, 22:45

ziadada ha scritto:... da non trascurare anche l'imprescindibile "Orgasmo e pregiudizio"... :lol:

Immagine

C'è anche "Orgoglio e preveggenza", primo di una serie di gialli con i coniugi Darcy nel ruolo di investigatori :-P


:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

...mi domando solo chi vince tra i due testardi di Lizzy e Darcy in Orgasmo e Pregiudizio :mrgreen:
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi demon black » 13/12/2009, 12:43

Ok...preparatevi a rimanere :shock: e poi :evil: ed infine :lol: :lol: :lol: :lol: oppure :cry: :cry: :cry: :cry: !!!!

ULTIMA DA HOLLYWOOD!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Stanno scegliendo il cast, Natalie Portman sarà Lizzy, per un nuovo film....
ORGOGLIO E PREGIUDIZIO....E ZOMBIE !!!!!!

E noi che ci ridevamo sopra :shock: ...non c'è più religione a questo modo :evil: ....non so se :lol: :lol: :lol: :lol: oppure :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: !!!!
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi Il Prenna » 16/12/2009, 10:50

Oddio... stavo meglio prima...
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi claudia » 16/12/2009, 19:37

Io pensavo di leggerlo ".... e zombie". Ho visto che lo hanno in biblioteca. I soldi non ce li spendo. Poi vi saprò dire, ma spero sia una versione ironica della Austen...
claudia
 
Messaggi: 5193
Iscritto il: 11/09/2009, 13:52
Località: Reggio Emilia

Re: Orgoglio e pregiudizio

Messaggiodi demon black » 16/12/2009, 20:17

claudia ha scritto: ma spero sia una versione ironica della Austen...


...lo spero anche io :? 8-)
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Per orgolio o per amore

Messaggiodi gio » 17/08/2010, 10:26

Grazie a Blackie sto terminando la lettura di questo romanzo

Per orgoglio o per amore. Un romanzo di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo, di Pamela Aidan


Immagine


"È passabile, ma non abbastanza bella per tentare un uomo par mio." Così prende avvio la storia d'amore senza tempo tra Fitzwilliam Darcy e Elizabeth Bennet in "Orgoglio e pregiudizio", il capolavoro di Jane Austen amato da milioni di lettori, nel quale, tuttavia, così poco si rivela del misterioso e affascinante eroe, Mr. Darcy. Tanto poco che resta aperta la domanda: chi è Fitzwilliam Darcy? Sullo sfondo dell'epoca Regency, perfettamente ricostruita nelle coloratissime atmosfere e nelle ambientazioni storiche e politiche, Pamela Aidan tenta una risposta. Rievocando gli eventi narrati nel capolavoro di Jane Austen, restando fedele agli amatissimi personaggi, dipinge uno straordinario quadro dove racconta il passato e il presente di Mr. Darcy. In Per orgoglio o per amore, il primo episodio di una trilogia, assistiamo così all'incontro tra Darcy e Elizabeth Bennet, nell'Hertfordshire, e scopriamo che sconvolse l'esistenza del freddo e distaccato gentiluomo fin dal primo istante.

****

L'idea di questo libro mi piace moltissimo, perchè adoro Orgoglio e Pregiudizio e perchè mi piace l'idea di rivivere tutte le vicende dal punto di vista di Darcy. Lo stile dell'autrice mi piace e, fino ad ora, anche il ritratto che ne esce di Darcy, mi pare equilibrato e rispondente all'idea che di lui ci ha trasmesso la Austen.
Mi ha però lasciato sorpresa la scelta dell'autrice di sviluppare il tutto addirittura in tre volumi... Sia chiaro, le saghe non mi fanno paura, da amante del fantasy ci sono abituata, ma per questa vicenda non me lo aspettavo, ecco. Forse perchè la Austen in un solo libro ha condensato le vicende e i punti di vista di tutti i protagonisti in un unico impareggiabile intreccio...

Comunque, ora non vedo l'ora di leggere il seguito della trilogia. Anche se, leggendo le recensioni su anobii, mi pare che gli amanti della storia originale potrebbero saltare il secondo volume (in cui ci sono vicende legate solo a Darcy e quindi inventate dalla Aidan) e riprendere con il terzo la storia di austeniana memoria ;)

Una citazione:
Portò i fili alla luce del fuoco, lasciando che la calda corrente d'aria che arrivava dal camino li agitasse e li facesse danzare, intrecciandoli e sciogliendoli in torsioni di colore. Pensieri che si intrecciano e si sciolgono, si disse, come i miei rivolti a lei. Ti dai da fare a disfare i tuoi legami con lei, dissuadendo Bingley, e poi li ricostruisci, quando ti ritrovi solo con i tuoi pensieri indisclipinati e i tuoi pegni rubati.
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Prossimo

Torna a Gli IRRAGGIUNGIBILI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite