Se una notte di inverno un viaggiatore di Italo Calvino

Qui si parla di libri preferiti (anche non fantasy) che hanno conquistato il podio delle nostre letture.
Libri bellissimi da consigliare...

Se una notte di inverno un viaggiatore di Italo Calvino

Messaggiodi Il Prenna » 16/12/2009, 10:56

Ciao!! Vi segnalo questo libro che a me è piaciuto molto... devo dire che però non è facile trovare le parole per descriverlo, perché Calvino qua ha creato qualcosa di unico, qualcosa che il Lettore (poi capirete perché uso la maiuscola) deve vivere in prima persona. Non è un libro facile, non è semplice, anzi è molto ricercato e strano come libro, ma secondo me merita davvero una bella lettura.

Vi lascio tre punti: il link ad Anobii per i dettagli tecnici, la mia recensione su Anobii e le prime righe tratte da Wikiquote

Link:
http://www.anobii.com/books/Se_una_nott ... 0f19bbeda/

Mia recensione:
Molto molto particolare...
Prima di tutto questo è un libro molto particolare, scordatevi una storia rettilinea, scordatevi protagonisti statici, è un libro molto anticonvenzionale e come tale va letto. È un libro sulla lettura, sul mondo dei libri, sulla voglia di leggere e su tante altre cose. È un libro che narra di gente che legge libri, è un libro che lega insieme tante storie, slegate tra di loro, fino a formare qualcosa di unico, è un libro non facile, ma che è in grado di regalare un'esperienza stupenda se solo lo si affronta nel giusto spirito.
Spettacolare l'introduzione che parla di come si legge, di come si compra un libro e via dicendo, è talmente bella che da sola merita di essere letta, perché è vera, perché ci fa capire come bisogna leggere e perché è stata scritta in maniera simpatica e ironica. Da qui nasce la storia portante di due lettori che persi negli errori del caso si ritrovano a inseguire nella loro vita le storie che hanno trovato sulla carta e che per vari motivi non sono riusciti a terminare... È un continuo intervallarsi di racconti e di punti di vista diversi, un continuo chiedere al lettore di entrare nel libro per mettersi in gioco in prima persona, è un continuo dare qualcosa per certo e poi togliere ogni certezza... insomma è un libro non facile ma che secondo me merita davvero tanto.
L'unica avvertenza non pretendete di leggerlo come un romanzo d'avventura, non pretende di divorarlo senza viverlo, è un libro che va assaporato e capito, altrimenti perde tanto della sua originalità.

Incipit:
Stai per cominciare a leggere il nuovo romanzo Se una notte d'inverno un viaggiatore di Italo Calvino. Rilassati. Raccogliti. Allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell'indistinto. La porta è meglio chiuderla; di là c'è sempre la televisione accesa. Dillo subito, agli altri: «No, non voglio vedere la televisione!» Alza la voce, se no non ti sentono: «Sto leggendo! Non voglio essere disturbato!» Forse non ti hanno sentito, con tutto quel chiasso; dillo più forte, grida: «Sto cominciando a leggere il nuovo romanzo di Italo Calvino!» O se non vuoi non dirlo; speriamo che ti lascino in pace.
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: Se una notte di inverno un viaggiatore di Italo Calvino

Messaggiodi ziadada » 16/12/2009, 20:00

Bellissimo "Se una notte d'inverno un viaggiatore"! :-P

Mi permetto (mi permetti?) di citare un passaggio un pochino più avanti dell'incipit, che ogni volta mi fa morire dal ridere (mi ci vedo come in uno specchio mentre entro in qualsivoglia libreria):

" Già nella vetrina della libreria hai individuato la copertina col titolo che cercavi. Seguendo questa traccia visiva ti sei fatto largo nel negozio attraverso il fitto sbarramento dei Libri Che Non Hai Letto che ti guardavano accigliati dai banchi e dagli scaffali cercando d'intimidirti. Ma tu sai che non devi lasciarti mettere in soggezione, che tra loro s'estendono per ettari ed ettari i Libri Che Puoi Fare A Meno Di Leggere, i Libri Fatti Per Altri Usi Che La Lettura, i Libri Già Letti Senza Nemmeno Bisogno D'Aprirli In Quanto Appartenenti Alla Categoria Del Già Letto Prima Ancora D'Essere Stato Scritto. E cosí superi la prima cinta dei baluardi e ti piomba addosso la fanteria dei Libri Che Se Tu Avessi Piú Vite Da Vivere Certamente Anche Questi Li Leggeresti Volentieri Ma Purtroppo I Giorni Che Hai Da Vivere Sono Quelli Che Sono. Con rapida mossa li scavalchi e ti porti in mezzo alle falangi dei Libri Che Hai Intenzione Di Leggere Ma Prima Ne Dovresti Leggere Degli Altri, dei Libri Troppo Cari Che Potresti Aspettare A Comprarli Quando Saranno Rivenduti A Metà Prezzo, dei Libri Idem Come Sopra Quando Verranno Ristampati Nei Tascabili, dei Libri Che Potresti Domandare A Qualcuno Se Te Li Presta, dei Libri Che Tutti Hanno Letto Dunque E' Quasi Come Se Li Avessi Letti Anche Tu. Sventando questi assalti, ti porti sotto le torri del fortilizio, dove fanno resistenza

i Libri Che Da Tanto Tempo Hai In Programma Di Leggere,

i Libri Che Da Anni Cercavi Senza Trovarli,

i Libri Che Riguardano Qualcosa Di Cui Ti Occupi In Questo Momento,

i Libri Che Vuoi Avere Per Tenerli A Portata Di Mano In Ogni Evenienza,

i Libri Che Potresti Mettere Da Parte Per Leggerli Magari Quest'Estate,

i Libri Che Ti Mancano Per Affiancarli Ad Altri Libri Nel Tuo Scaffale,

i Libri Che Ti Ispirano Una Curiosità Improvvisa, Frenetica E Non Chiaramente Giustificabile.

Ecco che ti è stato possibile ridurre il numero illimitato di forze in campo a un insieme certo molto grande ma comunque calcolabile in un numero finito, anche se questo relativo sollievo ti viene insidiato dalle imboscate dei Libri Letti Tanto Tempo Fa Che Sarebbe Ora Di Rileggerli e dei Libri Che Hai Sempre Fatto Finta D'Averli Letti Mentre Sarebbe Ora Ti Decidessi A Leggerli Davvero.

Ti liberi con rapidi zig zag e penetri d'un balzo nella cittadella delle Novità Il Cui Autore O Argomento Ti Attrae. Anche all'interno di questa roccaforte puoi praticare delle brecce tra le schiere dei difensori dividendole in Novità D'Autori O Argomenti Non Nuovi (per te o in assoluto) e Novità D'Autori O Argomenti Completamente Sconosciuti (almeno a te) e definire l'attrattiva che esse esercitano su di te in base ai tuoi desideri e bisogni di nuovo e di non nuovo (del nuovo che cerchi nel non nuovo e del non nuovo che cerchi nel nuovo)."

... è ora che lo rilegga! :-P
... a mind needs books as a sword needs a whetstone...

"So you believe in ghosts, do you sergeant?"
"I believe in God the Father, God the Son and the sidhe ridin' the wind."
Avatar utente
ziadada
 
Messaggi: 1448
Iscritto il: 14/02/2009, 21:41

Re: Se una notte di inverno un viaggiatore di Italo Calvino

Messaggiodi Il Prenna » 16/12/2009, 20:42

Fai pure... diciamo che volevo farlo anche io ma ero troppo pigro per copiare il tutto... dovrò dotare il pc di riconoscimento vocale... In ogni caso condivido a pieno, è davvero divertente e soprattutto è molto vero, mi sono ritrovato quando entro in libreria...
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno


Torna a Gli IRRAGGIUNGIBILI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron