Copertina

Illustrazioni, copertine, quanta importanza hanno?

Re: Copertina

Messaggiodi LucaCP » 21/10/2009, 22:29

Notte! =D
Immagine
Avatar utente
LucaCP
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 16/10/2009, 14:08

Re: Copertina

Messaggiodi niji » 29/10/2012, 10:27

i bot spammoni stanno facendo risorgere thread defunti da tempo... ma che impressione! leggo i miei post e penso "davvero pensavo queste cose?" :lol: ok, ho cambiato un po' di idee, nel frattempo!
Stubbornness is a much maligned quality.
Avatar utente
niji
 
Messaggi: 3261
Iscritto il: 17/09/2009, 10:44
Località: Londra

Re: Copertina

Messaggiodi nihal87 » 29/10/2012, 12:30

niji ha scritto:i bot spammoni stanno facendo risorgere thread defunti da tempo... ma che impressione! leggo i miei post e penso "davvero pensavo queste cose?" :lol: ok, ho cambiato un po' di idee, nel frattempo!


Tipo tipo??? Adesso devi esprimere quelle nuove :ugeek:
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna

Re: Copertina

Messaggiodi niji » 29/10/2012, 15:09

In generale, innanzitutto non mi ricordavo che non mi piacessero le copertine di Harry Potter... sono sicuramente una scelta particolare, e non so se avrebbero attratto gran parte del "giusto" pubblico se Harry Potter non avesse avuto la fama che ha avuto (e quindi gente che l'ha comprato senza preoccuparsi della copertina)... però non posso dire che non mi piacciano.

Sono sempre dell'idea che per me le copertine devono avere dei personaggi... E' molto, molto raro che mi colpisca, altrimenti. Non me ne viene in mente nessuna, questo tipo di "raro". Ma capisco che i personaggi siano rischiosi e che, come diceva Gio, possano portare ad allontanare dei lettori se non si vince la scommessa (o non si centra il target di riferimento del libro). Tuttavia credo che la cosa più bella sia non una semplice presentazione del protagonista, ma qualcosa che si riesca a capire gradualmente durante la lettura. Magari una scena o comunque la presentazione di elementi diversi di cui si capisce l'importanza man mano. Insomma, è bello che la copertina non riveli tutto quello che deve rivelare al primo sguardo.
Purtroppo per questo è vitale leggere e rileggere e studiare il manoscritto. A volte non c'è il tempo, la voglia, il budget, la disponibilità a farti avere il manoscritto... e il testo dev'essere forte. Se il testo è forte, e si riesce ad inserire un po' di story-telling nell'immagine, la soddisfazione è immensa. Difficile, però.

Poi va beh, non è che ho detto molto qua in giro, ma diciamo che niente è precisamente come lo penserei adesso. Alcune cose magari sono solo spostate un pochino, ma niente è rimasto uguale.
Stubbornness is a much maligned quality.
Avatar utente
niji
 
Messaggi: 3261
Iscritto il: 17/09/2009, 10:44
Località: Londra

Re: Copertina

Messaggiodi demon black » 30/10/2012, 22:37

niji ha scritto:Ma capisco che i personaggi siano rischiosi e che, come diceva Gio, possano portare ad allontanare dei lettori se non si vince la scommessa (o non si centra il target di riferimento del libro). Tuttavia credo che la cosa più bella sia non una semplice presentazione del protagonista, ma qualcosa che si riesca a capire gradualmente durante la lettura. Magari una scena o comunque la presentazione di elementi diversi di cui si capisce l'importanza man mano. Insomma, è bello che la copertina non riveli tutto quello che deve rivelare al primo sguardo.



Oltre ad elementi di cui solo leggendo si possa cogliere la reale importanza, si potrebbe fare, per cogliere "capre e cavoli" insieme, cioè personaggi ed elemnti, si potrebbe mettere il personaggio in ombra?! :roll:
Del tipo che il personaggio c'è, ma rimane nell'ombra...o almeno il viso rimane nell'ombra. In questo modo il lettore può comunque "costruirsi" il personaggio man mano che la lettura proceda e non deve "per forza" immaginarlo come l'ha immaginato un'altra persona (il disegnatore in questo caso)...può essere una soluzione? In questo modo potrebbe incuriosire il lettore che viene attirato dalla copertina, no?!
L'importante però che l'elemento e/o personaggio, sia perfetto e corrispondente in ogni suo particolare altrimenti confode il lettore e, per quanto sia stupido, lo "distrae" dalla lettura per leggere decine di volte uno stesso pezzo per capire se ha letto male lui oppure ha sbagliato l'illustratore.
...o almeno a me è capitato così :cry:
Sarà una stupidaggine quello che sto per dire ma nella copertina di Kizu No Kuma della Angelinelli (libro che ho adorato!), la disegnatrice ha completamente sbagliato il pugnale invertendo i colori di esso e, sarà stupido, lo so, ma mi ha stonato tantissimo. Ogni volta che prendo in mano il libro, vedo solo i colori del pugnale sbagliato e non più la copertina. Voglio dire, invece di vedere la protagonista del libro, il mio sguardo ormai si focalizza solo sul pugnale ...so che è cattiva come cosa ma, quello che voglio dire, non fraintendetemi, è che se devi mettere un elemento/personaggio (in questo caso il pugnale delle Consorelle), devi almeno farlo, per quanto possibile, conforme a quanto scritto. So che è da stupidi e che magari lo faccio e mi capita solo a me, ma quando ci sono dei punti di riferimenti su una copertina, vado sempre a vederli e ad osservarli nei minimi particolari, specialmente dopo che so che cosa sono o rappresentano!
Il pungale...ho letto e riletto centinai di volte il pezzo descrittivo di esso per in copertina c'era qualcosa che non capivo ma che mi stonava completamente....erano i colori totalmente invertiti! E dire che il pugnale è uno dei simboli pricipali delle Consorelle... :cry:
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
demon black
 
Messaggi: 24164
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Copertina

Messaggiodi demon black » 30/10/2012, 22:41

niji ha scritto:i bot spammoni stanno facendo risorgere thread defunti da tempo...


Secondo me è una mossa "commerciale" di Gio per risparmiare sulla creazione di nuovi tavoli! :lol: :lol:
Abbiamo sgamato Gio!!!! :lol: :lol: :lol:
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
demon black
 
Messaggi: 24164
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Copertina

Messaggiodi niji » 31/10/2012, 12:41

demon black ha scritto:Oltre ad elementi di cui solo leggendo si possa cogliere la reale importanza, si potrebbe fare, per cogliere "capre e cavoli" insieme, cioè personaggi ed elemnti, si potrebbe mettere il personaggio in ombra?! :roll:
Del tipo che il personaggio c'è, ma rimane nell'ombra...o almeno il viso rimane nell'ombra. In questo modo il lettore può comunque "costruirsi" il personaggio man mano che la lettura proceda e non deve "per forza" immaginarlo come l'ha immaginato un'altra persona (il disegnatore in questo caso)...può essere una soluzione? In questo modo potrebbe incuriosire il lettore che viene attirato dalla copertina, no?!
L'importante però che l'elemento e/o personaggio, sia perfetto e corrispondente in ogni suo particolare altrimenti confode il lettore e, per quanto sia stupido, lo "distrae" dalla lettura per leggere decine di volte uno stesso pezzo per capire se ha letto male lui oppure ha sbagliato l'illustratore.
...o almeno a me è capitato così :cry:
Sarà una stupidaggine quello che sto per dire ma nella copertina di Kizu No Kuma della Angelinelli (libro che ho adorato!), la disegnatrice ha completamente sbagliato il pugnale invertendo i colori di esso e, sarà stupido, lo so, ma mi ha stonato tantissimo. Ogni volta che prendo in mano il libro, vedo solo i colori del pugnale sbagliato e non più la copertina. Voglio dire, invece di vedere la protagonista del libro, il mio sguardo ormai si focalizza solo sul pugnale ...so che è cattiva come cosa ma, quello che voglio dire, non fraintendetemi, è che se devi mettere un elemento/personaggio (in questo caso il pugnale delle Consorelle), devi almeno farlo, per quanto possibile, conforme a quanto scritto. So che è da stupidi e che magari lo faccio e mi capita solo a me, ma quando ci sono dei punti di riferimenti su una copertina, vado sempre a vederli e ad osservarli nei minimi particolari, specialmente dopo che so che cosa sono o rappresentano!
Il pungale...ho letto e riletto centinai di volte il pezzo descrittivo di esso per in copertina c'era qualcosa che non capivo ma che mi stonava completamente....erano i colori totalmente invertiti! E dire che il pugnale è uno dei simboli pricipali delle Consorelle... :cry:


Non c'è nulla che non si possa fare... in generale, quando l'elemento di "impersonificazione" dev'essere forte, secondo me è buono non definire troppo il volto del protagonista.

Ma è molto interessante vedere come diverse persone trovano importanti cose diverse... ad esempio, a me non da fastidio se un personaggio è disegnato in maniera diversa da come me lo immagino, e non mi condiziona nella lettura... quello che mi da fastidio è se il personaggio disegnato mi da "un'impressione" diversa (come carattere, come background, ...) di quello che poi incontro nel libro.
Prendiamo ad esempio Rand... l'ho disegnato anch'io qui sopra, e la mia interpretazione di questo personaggio è ovviamente diversa da quella di molti altri artisti. Pensa che le copertine degli ebook che sto leggendo sono tutte disegnate da artisti diversi, Rand è in diverse copertine e ogni volta sembra una persona diversa. E' normale, non mi da fastidio. Ma quella di Winter's Heart invece mi "da fastidio". L'illustratore è indubbiamente bravissimo, ma quello rappresentato è un figlio di papà un po' fighetto (non commenterò il colore di capelli da nonna berlinese) che non ha avuto un problema in vita sua. Non perché ci sia qualcosa di in contrasto con le descrizioni del libro, ma perché l'idea che mi faccio del personaggio da quell'immagine non c'entra nulla con quello che è il personaggio.

Questo per me è molto più importante della attinenza alla descrizione fisica, anche se sono d'accordo con te che le illustrazioni dovrebbero essere coerenti con le descrizioni nel libro. Ti confesso che non sono così disturbata quando questo non succede, non ho mai fatto caso ai colori del pugnale in kizu no kuma e anche se me lo fai notare non riesco proprio a ritenerlo importante e non sposta minimamente il mio giudizio sulla copertina. Ma è bello quando invece si nota una cura e un'attenzione nel rappresentare fedelmente il mondo dell'autore. Purtroppo questo non sempre è possibile perché non è detto che all'illustratore vengano dati il tempo e le informazioni necessarie. (Ad esempio, dovrò fare una minicosa per un'autopubblicazione di una ragazza americana... e non riesco a farmi dire più di tre righe in croce sul libro. Farò l'illustrazione meglio che posso, ma se sarà "adeguata" al libro sarà solo un caso.)
Stubbornness is a much maligned quality.
Avatar utente
niji
 
Messaggi: 3261
Iscritto il: 17/09/2009, 10:44
Località: Londra

Re: Copertina

Messaggiodi gio » 31/10/2012, 14:15

demon black ha scritto:
niji ha scritto:i bot spammoni stanno facendo risorgere thread defunti da tempo...


Secondo me è una mossa "commerciale" di Gio per risparmiare sulla creazione di nuovi tavoli! :lol: :lol:
Abbiamo sgamato Gio!!!! :lol: :lol: :lol:



mmmm ma che bella idea :)
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23338
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Precedente

Torna a Illustrazioni Fantasy

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron