ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Opere più e meno note che hanno per protagonisti vampiri, licantropi e streghe

Moderatore: demon black

ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi Laura Bf » 10/08/2010, 10:51

Non ci ho messo tanto a divorare queste 344 pagine e ammetto che mi devo ricredere sull'idea che mi ero fatta prima di prenderlo in libreria. L'ho visto di sfuggita una serata e poi sono andata su Internet a cercare qualche piccola informazione perché il nome della baby autrice, Dorotea De Spirito, non mi risultava nuovo; infatti, l'anno scorso ha pubblicato sempre per Mondadori il libro Destinazione Tokyo Hotel , giacché è una fan sfegatata di questo gruppo musicale, però non mi aveva convinto e così mi sono gettata su tutt'altri generi.
Comunque questa volta la quarta di copertina mi ha suscitato interesse e soprattutto curiosità che mi hanno spinto a leggere il romanzo e finalmente sono riuscita a farmi un'impressione sulle doti di questa scrittrice. Allora, tanto per non essere scortesi, faccio un breve riepilogo della sua biografia (almeno di quel che ho trovato su siti e sul libro): Dorotea De Spirito vive a Viterbo ed è nata presumibilmente verso la fine dell'anno 1991, pubblica il suo primo romanzo a 16 anni, "Destinazione Tokyo Hotel" (2008), mentre esce nelle librerie d'Italia l'8 Ottobre del 2009 il suo secondo romanzo di genere totalmente differente dal precedente, "Angel", probabilmente primo di una qualche saga (ripeto, PROBABILMENTE)... però a quanto ho letto nel forum ufficiale dell'autrice, la De Spirito è una fan accanita di Twilight quindi avrà scritto una saga o speriamo trilogia...

Immagine

TRAMA DA ME RIELABORATA (SU ANOBII)

Il libro è ambientato in Italia, più precisamente a Viterbo, la città natale dell'autrice. Viene descritta come una città tutrice di un segreto che gli altri non conoscono: le antiche mura del posto, infatti, nascondono una comunità di angeli che da secoli veglia sugli abitanti. Vittoria ha sedici anni ed è un angelo senza ali e per anni e anni la sua esistenza è stata piena di dubbi che la attorniavano ancor più ferocemente con altre mille domande. I suoi genitori hanno le ali, sua sorella Elena è perfetta; tutti biondi, capelli setosi, occhi blu. Lei è la secondogenita di media altezza con solo una bizzarra e spettinata zazzera castana sulla testa, un paio di occhi verdi e un carattere insicuro e scettico. Lorenzo, un angelo perfetto, il suo migliore amico dall'infanzia, e Ginevra la sua migliore amica umana, fidanzata segreta di Lorenzo da più di due anni. Pochi umani sanno dell'esistenza degli angeli e non possono rivelarla in giro. Gli angeli hanno delle regole per vivere a contatto con gli esseri umani, tra queste vigila il fatto che gli umani e gli angeli non possono stare insieme, non possono amarsi, perché questo implicherebbe un oltraggio alle famiglie e un esilio a vita dalla città. Per Vittoria, Viterbo è sempre stata una città senza significato, vuota e antica, priva di fascino, fino a quando un giorno con il suo motorino non rischierà quasi di investire un giovane ragazzo biondo, occhi neri e penetranti e un pearcing argenteo messo in bellavista sul sopracciglio. Lui, il suo volto perennemente depresso, stanco, perfetto la farà innamorare, tuttavia questo non basterà a smuovere il cuore e soprattutto la ragione di Vichi (Vittoria, no?). Guglielmo, il giovane che frequenta la sua scuola, ma in una classe differente, copre un tatuaggio sul polso della mano. Un tatuaggio che svela la sua vera natura proprio quando Alessia, l'amica angelo d'infanzia di Vittoria, verrà trovata uccisa una notte, la notte della festa di Marco. Da un attimo all'altro Vittoria scoprirà che gli angeli non sono immosrtali come credeva, ma che essi sono fragili dinanzi ai demoni, bestie infernali assopite in forme umane che vagano sulla Terra per uccidere gli angeli. L'angelo è l'unica creatura in grado di uccidere un demone, il demone l'unica bestia capace di uccidere un angelo. Il veleno di uno e l'altro il veleno del precedente.
Vittoria scoprirà che Guglielmo, il ragazzo che con tutte le sue forze ha cercato di evitare, è un demone orfano in fuga con la zia materna, anch'essa un demone dello stesso sangue maledetto. La loro storia li distruggerà, perché anche se lei non è un angelo perfetto è pur sempre un angelo e può provare dolore e paura per un demone, ciò che può mettere fine alla sua vita. I problemi non finiscono qui: la comunità degli angeli dà la caccia ai presunti assassini di Alessia, il rapporto tra Lorenzo e Ginevra si danneggierà ulteriormente, Paride (un altro angelo bello e teppista che però si era innamorato di Vichi e aveva subito un suo rifiuto) odierà a morte Guglielmo tanto da incolparlo per l'omicidio, mentre il vero demone è nascosto in città, a Viterbo.

LA MIA RECENSIONE (SU ANOBII)

Okay, dovete ammettere che un po' di curiosità viene a galla dopo aver letto una trama del genere! Ad ogni modo anche la copertina è efficace per attirare l'occhio del lettore... Allora, i primi tre capitoli si leggono velocissimi e possono ingannare; appena finiti l'idea del romanzo sembra banale e priva di inventiva (insomma l'inizio non è la parte migliore del romanzo), ma successivamente verrà fuori il vero lato della protagonista, un carattere insicuro, appartenente a una ragazzina di sedici anni alla quale da un giorno all'altro il mondo riserva delle spiacevoli sorprese capace di stravolgere l'esistenza. Infatti Vittoria la prima volta che vede Guglielmo sente paura, un misto di inquietudine e timore indefiniti, ma dopo comincia a provare un sentimento dolce che le fa abbandonare l'idea del demone malvagio. A me è piaciuto molto lo stile dell'autrice, ricco di parole e scorrevole, tuttavia semplice.

Ciò che, invece, non mi è piaciuto è il fatto che ci siano pochi combattimenti (solo verso la fine) e poche leggende riguardanti gli angeli e i demoni in generale, inoltre (forse è un mio problema) mi viene da ridere quando leggo frasi d'amore troppo... come dire, zuccherate (che parola orribile da sentire... e da scrivere!! XP). Cioé ci sono scene non troppo smielate che creano l'atmosfera giusta (fortuna che qui, in questo romanzo, la scrittrice ha risparmiato le sdolcinatezze. Mi è piaciuto anche questo!!) tipo quando Vittoria e Guglielmo ascoltano della musica insieme e indovinano i testi delle canzoni in inglese che nascondono frasi d'amore.

Insomma, mi devo ricredere perché il romanzo praticamente è ben scritto e non è affatto male come storia, almeno questa è l'opinone di una tizia che ha letto tutti i libri di Melissa de la Cruz e di Alyson Noel. E forse è per questo che l'ho divorato... mi è parso simile al romanzo di Alyson Noel!!! XD Però ammetto che ci sono davvero degli errori... diciamo che per lo più la traccia della storia sembra sentita e risentita e anche se ha un buono stile, confesso che l'originalità non è tanta... Ma in fondo l'autrice è giovane e può ancora rimediare... Sperando. Se fossi in lei leggerei molti romanzi d'amore a sfondo gotico, le librerie ne sono piene zeppe dopo la Meyer...U.U

Se potessi dare un consiglio all'autrice, le direi di creare un blog aperto al pubblico per farsi conoscere, per scrivere post e dare così il permesso alla gente di commentare. Certo, ha un forum ufficiale, ma non tutti sono disposti a registrarsi e sanno come si usano (me inclusa). Pensaci, Dorotea, sarebbe una bella idea fare un blog su cui mettere i propri pensieri, le foto e tanti interventi. XD

Vabbè sono quasi sicura che ci sarà un seguito perché alcune cose restano in sospeso (devo sapere come finisce... devo!!). Non vedo l'ora di leggere il secondo volume!!! ^.^

In bocca al lupo a Dorotea!!!

ECCO IL FORUM UFFICIALE DELL'AUTRICE:
http://doroteadespirito.forumcommunity.net/

PS: Nei prossimi volumi mi piacerebbe trovare un Guglielmo più cattivello e sfacciato e un personaggio che si metterà in mezzo per ostacolare tutto (magari anche Paride) e rendere interessante la storia.

qui vi è la pagina facebook ufficiale dedicata al romanzo della De Spirito: http://www.facebook.com/pages/3-ANGEL-d ... 6315673576

Questo è il forum ufficiale di "ANGEL": http://a.n.g.e.l.forumfree.it/

Vi consiglio di leggerlo, non è nulla di eccezionale e pretenzioso ma lascia soddisfatti di una breve ed emozionante lettura. :-P
LAURA B.
Immagine

MY BLOG: http://laura-bf-world.blogspot.com
MY ANOBII: http://www.anobii.com/laurabuffa/books

"Chiunque può essere ragionevole, ma esser sani di mente è raro" OSCAR WILDE
Avatar utente
Laura Bf
 
Messaggi: 314
Iscritto il: 25/07/2010, 12:43

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi demon black » 29/05/2012, 19:03

Iniziato a leggerlo.
Si legge anche piuttosto velocemente, grazie anche ai capitoli ultra corti (il più lungo incontrato finora è di 10 pagine a malapena) e grazie anche al tipo di scrittura scorrevole e molto semplice.

Quello che finora non mi è piaciuto per niente e che, durante la lettura, mi ha fatto esclamare "Ancora?! Ma che...balls!" è il fatto che in ogni capitolo si ripete, fino alla nausea, che Vittoria è infelice perchè non ha le ali; Vittoria è insicura perchè non ha le ali; Vittoria si sente inferiore perchè non ha le ali; Vittoria etc etc perchè non ha le ali...ora, ripetuto una volta o due mi sta pure bene, ma quando arrivi a pagina 120 e in quasi ogni pagina si ripete solo quello....ma che balls!!!!!
Spero solo che ora non esce fuori che Vittoria non ha le ali perchè, che ne so, destinata ad un futuro particolare o perchè ha altri poteri nascosti! .mah...continuo la lettura... :roll:
Comunque, come tutti i generi finora usciti, anche questo angioletto si innamora di un demone (o almeno è quello che ho capito fin dalle prime pagine :roll: ) .... :roll:
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi demon black » 31/05/2012, 13:43

Lo continuo solo ( non vedo l'ora che lo finisca) perchè è una lettura comunitaria con le mie sorelle :| :| :| :|
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi demon black » 02/06/2012, 15:19

Lo posso dire? Dai, per favore...c'è l'ho proprio sulal punta della lingua!!! :? :?
Ok, lo dico lo stesso, poi, chi di dovere, mi censurerà ma io lo devo proprio dire.....coff coff *si schiarisce la gola* coff coff...ma che str****a è questo libro?! :shock: :shock: :shock:
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

I miei sentimenti, per questo libro, sono passati dal "Ma che balls 'sta ragazzina! Ma perchè nessuno l'ammazza?!" alle risate più folli specialmente nella "lotta" finale! Quella è stata l'apice della stupidaggine più pura!!!!!!!!!! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

SPOILER!

La storia è quella di Vittoria, una 16enne figlia e sorella di angeli ma lei è nata senza ali. Dire che è complessata da ciò, è un puro eufenismo! Ben 135 pagine dove, una pagina si e l'altra pure, non fa altro che ripetere "Mi dicono che non capisco perchè non ho le ali" "Sono inferiore perchè non ho le ali" "Non sono bella come loro perchè non ho le ali" "Non guarisco come gli altri perchè non ho le ali" (le ferite si rimarginavano lentamente e la febbre ci metteva di più a passare rispetto agli altri angeli) "Ce l'hanno tutti con me perchè non ho le ali" (quest'ultima l'ho parafrasata per farla breve) ...ma che palle!!!!
Dopo la 135esima pagina, finalmente la finisce con questo "non ho le ali" e inizia a complessarsi perchè si sta innamorando di un demone....tra i due complessi non so quale sia stato il peggiore :roll:
...e quando deve descrivere i suoi amici?! (il libro è scritto in prima persona) Ci mette quasi una pagina intera per descrivere gli occhi dei suoi amici!
Ogni volta che descrive che si perde negli occhi di Lorenzo (amico angelo) e di Guglielmo (innamorato demone), ci mette quasi un'intera pagina! Che diamine! Gli occhi sono sempre quelli (azzurri per Lorenzo e neri per Guglielmo) ma ogni volta deve descriverli sempre in modo diverso l'azzurro e il nero degli occhi...se almeno li faceva cambiare colore ogni tanto, si movimentava un pò la situazione! :lol: :lol: :lol: :lol:

I prof di storia e quello di arte decidono di fare una lezione insieme sugli etruschi e riuniscono due classi....si, questa è bella! Per fare una lezione speciale i prof li portano nella necropoli etrusca e assegnano una tomba a coppia di alunni (gli alunni vengono messi a coppia maschio e femmina, uno x ogni classe) per fare un compito e... senza nessuna sorveglianza?! Ma in che scuola vanno?! Neanche nei manga i prof lasciano gli alunni da soli! Mah... :roll:
Ok, vanno in questa tomba, lei casca si fa male ad un ginocchio il quale si gonfia e sanguina e lei...cammina a carponi come se nulla fosse?! Non solo, lei ha un ginocchio così e i prof neanche la portano al pronto soccorso?! Anzi, la lasciano tornare a casa in motorino come se nulla fosse?! Ma la scuola non ha un'assicurazione?! :shock:
Quando mi feci male io a scuola, i miei prof mi portarono al pronto soccorso e mi fecero fare mille controlli. Certo lo fecero solo per evitare ripercursioni sulla scuola, ma lo fecero! :shock:
L'ingresso della tomba dei due ragazzi crolla e che fanno i professori? Scavano con le mani per farli uscire...ok, fin qui ci sto (prima che arrivano i soccorsi, potrebbe passare un'eternità!) ma in queste tombe etrusche a Viterbo (ambientazione del libro) non hanno neanche un sorvegliante? I prof non chiamano neanche i carabinieri per dire "Scusate, ci è crollata una tomba"
Queste due classi entrano ed escono dalle tombe come se fossero a casa loro e fanno tutti i danni che vogliono e non gliene frega nulla di dire niente a nessuno?! :shock: :shock: :shock:
I siti archeologici di Viterbo sono una vera pacchia per i vandali, eh?! :roll:

In tutto questo, il bello del bello, c'è un omicidio. Un'amica di Vittoria, angelo anche lei, viene uccisa. Gli "umani" decidono che è stato un incidente e archiviano il caso ma gli angeli sanno che non è così. Sono stati i demoni e...cosa fanno? L'unica cosa che dicono è che i ragazzi non devono più uscire da soli perchè indifesi. La sorella maggiore di Vittoria, esce tranquillamente con i suoi amici di sera, tutti gli altri escono tranquillamente....questa si che è una vera e propria precauzione per evitare attacchi dei demoni!
Il bello e le risate più folli, me le sono fatte quando...tadà! Dicono ai loro figli angeli che esistono i demoni e i figli rimangono tutti sconvolti perchè non sapevano che esistevano i demoni?! :shock: Ma stiamo scherzando?! Ma i ragazzi credevano di essere da soli? Non sapevano che, oltre che gli angeli, esistono anche i diavoli (o demoni se preferite?!) ? :shock: Guarda, se ci trovavo scritto che credevano anche alla cicogna che porta i figli, o meglio, essendo angeli sono meglio le colombe bianche al posto delle cicogne, non mi sarei stupita! :lol: :lol: :lol: :lol:
Ma che ragazzi stupidi sono i figli degli angeli?! Alla faccia degli anni 2000! Ci sono ancora adolescenti ingenui che credono alla Befana! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Vabbè...tornando seri...non solo "raccomandano" di non uscire di sera, ma neanche indagano!
E' stato uccisa una di loro e loro non indagano perchè "non possono agire senza prove certe perchè non sanno da chi si devono difendersi"?! Beh, certo la migliore difesa è non fare nulla, mi sembra logico, no?!

Ma il pezzo migliore, credo che sia stata la "baruffa" a fine libro tra il demone cattivo (quello che ha ucciso) e quello buono (Guglielmo il demone innamorato)...quella si che mi ha fatto morire dalle risate! :lol: :lol: :lol:
Ricordate che vi ho detto che lei non poteva guarire velocemente dalle ferite perchè non ha le ali?!
Allora, il demone cattivo la maltratta per far reagire Guglielmo e lottare contro di lui. Lui ha la peggio e quando gli sta per dare il colpo finale...tadà! Lei si mette in mezzo a difenderlo e (citando il libro)
I suoi artigli si abbattono con forza sovrumana su Guglielmo, ma non lo trovano. Perchè in mezzo, adesso, ci sono io. Il colpo esplode sul mio viso e sul collo.

Ora ...non è per fare la polemica, ma dopo aver letto questo uno si aspetta che lei si ritrova mezza morta per terra!
Invece no! Cammina tranquillamente, senza una smorfia di dolore, e si getta sul corpo di Guglielmo ferito gravemente (lui, perchè lei, dopo un colpo del genere non lo è, no?!). Lorenzo (l'amico angelo) arriva, la salva e la guarisce e quando le dice "Ora guarisco anche Guglielmo" lei che dice "No, non preoccuparti a lui ci penso io" ...come ?! Ma come cavolo fai se tu non hai le ali e non puoi neanche guarire te stessa?! :shock:
Ma tadà! Lei guarisce le ferite di Guglielmo! A questo punto uno si domanda....ma che cavolo...?
135 pagine iniziali di manfrina sui suoi complessi perchè non ha le ali e non poteva guarirsi come tutti gli altri angeli e che fa alle ultime pagine?! Guarisce Guglielmo?! :shock:
Non sono un'esperta in matera ma...non è un pò incongruente?! :lol: :lol: :lol: :lol:
Non solo, le tue ferite da piccola non guarivano perchè non avevi le ali, la febbre ci metteva di più a passare perchè non avevi le ali...e Lorenzo ti guarisci da una ferita di un "colpo esploso tra capo e collo" e i tuoi genitori invece ti hanno sempre fatto passare l'inferno tra ferite e febbri?! Questa poi! :lol: :lol: :lol: :lol:

In compenso, il libro, si legge velocemente perchè è scritto in maniera scorrevole...anche se non ho ancora capito l'utilità di capitoli lunghi poche pagine (da 3 fino ad un max di 10 pagine), oltretutto che un giorno narrativo viene diviso anche in 3/4 capitoli da 3/4 pagine :roll:

Voto 2/5
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi gio » 02/07/2012, 20:46

Cominciamo quotando uno spoiler, quindi attenzione chi non ha letto.

L'ingresso della tomba dei due ragazzi crolla e che fanno i professori? Scavano con le mani per farli uscire...ok, fin qui ci sto (prima che arrivano i soccorsi, potrebbe passare un'eternità!) ma in queste tombe etrusche a Viterbo (ambientazione del libro) non hanno neanche un sorvegliante? I prof non chiamano neanche i carabinieri per dire "Scusate, ci è crollata una tomba"
Queste due classi entrano ed escono dalle tombe come se fossero a casa loro e fanno tutti i danni che vogliono e non gliene frega nulla di dire niente a nessuno?!
I siti archeologici di Viterbo sono una vera pacchia per i vandali, eh?!


Blackie mi hai fatto morire dalle risate!!!!!! Quanto hai ragione! :lol:
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi gio » 02/07/2012, 20:52

E ora procediamo con le mie impressioni che corrispondono in toto a quelle di Blackie.

Diciamo che prima della lettura sapevo già (pur non avendo letto tutta la recensione) che secondo Blackie non era un gran libro, così l'ho iniziato aspettandomi una lettura "leggera", un fantaombrellone via.

I primi capitoli scorrevano e io assai perplessa (la faccenda era peggiore del previsto) mi dicevo: "Orsù, locandiera, ora ingrana, ora inizia una parte più interessante, ora succede qualcosa..." Insomma ok fantaombrellone, ma...

Sono arrivata così alla fine, con una sensazione di estraniazione :? Nemmemo il mio lato romantico ha trovato soddisfazione: i due innamorati non sono riusciti a far vibrare alcuna corda del mio vecchio cuore :?

Per farla breve, mi viene da dire che forse in questa storia c'era materiale per una novella, un racconto, ma non per un romanzo. Oltre alle incoerenze ben evidenziate da Blackie, succede davvero poco...

A proposito, per chi lo ha letto.. Ma Ginevra? Finisce così? Lei se ne va e chiusa lì? Nessun accenno al futuro da parte di Lorenzo?

E, detto tra noi, no ma... Paride, quel maniaco sanguinario, vi pare un angelo?


Chiudo con una contestazione a Blackie :ugeek:

In compenso, il libro, si legge velocemente perchè è scritto in maniera scorrevole


il libro si legge velocemente perchè pieno di pagine bianche!!! :lol: A scriverlo un po' più compatto, era un bigino!
Vabbè scherzi a parte, direi che non c'è stato feeling. :ugeek:
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi gio » 02/07/2012, 20:54

ps inutile aggiungere che della potenziale epicità della figura degli angeli e/o dei demoni non c'è nulla...
ps 2 ma c'è un seguito? visto che la cattiva di turno torna a casa contenta?
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi demon black » 03/07/2012, 13:20

gio ha scritto:ps 2 ma c'è un seguito? visto che la cattiva di turno torna a casa contenta?


Da come finisce il libro sembrerebbe di si ma non so nulla :roll: :roll:

Comunque, giusto per dare un'altra possibilità all'autrice (e anche perchè è il libro Iaia Comunitario), ho comprato anche Dream ....speriamo bene :roll:
La trama sembra più bella di Angel :roll:


gio ha scritto:A proposito, per chi lo ha letto.. Ma Ginevra? Finisce così? Lei se ne va e chiusa lì? Nessun accenno al futuro da parte di Lorenzo?

E, detto tra noi, no ma... Paride, quel maniaco sanguinario, vi pare un angelo?


A quanto pare Ginevra finisce così e, francamente, io neanche sono riuscita a capire perchè lorenzo l'abbia lasciata :roll:
Tu lo hai capito? :roll:
Per quanto riguarda Paride....ad un certo punto pensavo che fosse lui il demone cattivo (un angelo maledetto, magari)...cavoli! Se quello è un angelo, figuriamoci uno stinco di santo quello che può essere! :shock:
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi demon black » 03/07/2012, 13:21

gio ha scritto:Chiudo con una contestazione a Blackie :ugeek:

In compenso, il libro, si legge velocemente perchè è scritto in maniera scorrevole


il libro si legge velocemente perchè pieno di pagine bianche!!! :lol: A scriverlo un po' più compatto, era un bigino!
Vabbè scherzi a parte, direi che non c'è stato feeling. :ugeek:



Come darti torto?! :lol: :lol: :lol:
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi manusk » 01/10/2012, 19:36

Forse se la visione del testo fosse stata più ampia avrebbe funzionato,mi è venuto spontaneo fare un paragone con Angeli e demoni di Falconi,nonostante entrambi facciano parte della categoria "ragazzi",trovo che il primo(nonostante nn sia scritto male)sia un pò acerbo e nn sia riuscita a sfruttare appieno l'occasione di poter spaziare in un mondo come il fantasy anche se come argomento e stato molto sfruttato(e forse si poteva evitare qualche erroraccio come già citato da Blacky :? ).
Al contrario il secondo lo trovo più completo dando una panoramica di ciò che circonda i protagonosti,è vero che anche su questo c'era qualche cosa che forse era stato trascurato,ma il bello è che nn me ne sono proprio accorta :lol: comunque erano cose piccoline :-P
ImmagineNon c'è modo per cui da solo possa salvare il mondo,ma mi vergognerei di far passare un solo giorno senza provarci! I.A.
manusk
 
Messaggi: 2176
Iscritto il: 12/07/2010, 20:26
Località: PN

Re: ANGEL - L'amore è un demone di Dorotea De Spirito

Messaggiodi demon black » 28/10/2012, 10:02

Devilish- secondo volume -

Immagine

Trama

Vittoria e Guglielmo, un dolcissimo angelo senza ali e un affascinante demone. L'amore che non conosce confini ha trafitto i loro cuori e li ha uniti per sempre, ma ora una minaccia incombe sul loro destino. Un'antica leggenda preannuncia il risveglio delle anime nel giorno in cui si romperanno i confini tra il mondo degli angeli e l'Averno. Per salvare il proprio amore Vittoria si ritrova di fronte al terribile bivio: dovrà scegliere tra la vita di Guglielmo e la salvezza della propria anima.
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani


Torna a Storie di streghe, lupi mannari, vampiri (e horror vari)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron