In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Leggere, rileggere, e leggere ancora. Come, quando, cosa e perchè...

Moderatore: nihal87

Messaggiodi nihal87 » 28/11/2014, 16:47

Devo riesumare questa conversazione per dare finalmente una risposta: SÌ, DECISAMENTE SÌ!
In Italia abbiamo più scrittori (o per lo meno coloro che si credono scrittori) che lettori.
E lo conferma Anobii.
Il gruppo della Locanda conta quasi 8mila iscritti, il gruppo di FantasYtalia quasi 6mila.... le ultime, mmm 10? conversazioni sono di giveaway e autopromozioni di ebook... che noiaaaaa che noiaaaaa!!!!

Non ne posso piùùùùùù!!! Quello che anni fa mi sembrava un "WOW! Posso parlare con gli scrittori!" è diventato un "Ma sta gente non ha altro da fare nella sua vita?!" il motivo di questo post è dire che sì... ci sono troppi scrittori.
Da qui in avanti potete dirmi che sono cattiva..... tanto sono abituata....

E la quasi totalità di essi scrive delle robe oBBBBrobriose. Ma soprattutto non consente una bella discussione e conversazione tra gli utenti.
Apro anobii una volta al mese, giusto per controllare quà e là i gruppi di scambio e stop.
Perchè in nessun gruppo c'è più una conversazione che sia fuori dal "Vuoi il mio libro? Dai leggilo leggilo leggilo che sono la nuova Rowling." nuooooo non voglio leggerlooooo!!!!

Mi sono iscritta ad anobii per scambiare opinioni con altri utenti sui libri e sul loro fantastico mondo e mi ritrovo a girare pagine infinite di discussioni su "Ecco il mio nuovo fantastichissimo libro su elfetti e draghini viola."

Ergo ho deciso.... non aprirò mai più anobii!!! :evil:

Se sono fuori luogo e tempo ditemelo :lol:
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna

Re: In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Messaggiodi niji » 29/11/2014, 23:07

Io ho fatto questa scelta ancora tempo fa... Purtroppo sono d'accordo con te! Non è più un posto "salubre"... Mi sentivo quasi controllata nei miei giudizi e nelle mie letture e temo che, da ciò che dici, la situazione sia soli peggiorata. Sarà cattiveria, sarà non comprendere le loro difficoltà, la loro necessità di farsi auto promozione, ma io sto in un network solo se ne ho una bella esperienza.
Stubbornness is a much maligned quality.
Avatar utente
niji
 
Messaggi: 3246
Iscritto il: 17/09/2009, 10:44
Località: Londra

Re: In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Messaggiodi saxosax » 15/12/2014, 19:23

Anobii ha avuto due o tre anni d'oro. Come lettore l'ho frequentato poco perché non ho la pazienza di tenere aggiornata la libreria, di commentare tutto ecc... Ma come autore all'inizio ho avuto una bella esperienza, era un posto che ti permetteva di conoscere tantissimi potenziali lettori e le prime catene andavano via come il vento.

Secondo me quello che non ha funzionato (non parlo solo di anobii ma più in generale dell'incontro diretto fra autori emergenti e lettori "di professione") è stato il fatto che le due parti (anche se spesso una persona è sia l'una che l'altra cosa) non si sono capite, o forse che non hanno cercato di capirsi abbastanza.
Da un lato gli autori, l'ho potuto constatare anch'io, sono una brutta razza: permalosi, presuntuosi e incapaci di digerire una critica seria o di mettersi in discussione; tanto da spaventare i lettori che alla fine avevano perfino paura di commentare. Mi è capitato a volte di avere delle belle discussioni con alcuni utenti che avevano letto i miei libri e magari mosso qualche critica o perplessità, ma le ho sempre iniziate io e non ha sempre funzionato...
Dall'altro lato però ci sono i lettori, che o non hanno capito o hanno preferito ignorare con chi avevano a che fare. Un autore distribuito dal classico grande editore avrà centinaia se non migliaia di lettori e può anche darsi che non gliene importi più di tanto del commento o della critica di un singolo lettore su anobii o altrove, ma la maggior parte degli emergenti come lettori al massimo arriva alle decine e questo significa avere un rapporto molto più personale, e nei rapporti personali esiste la cortesia... che i lettori, anobiani ma non solo, non hanno mai scoperto dove stia di casa.

è un peccato perché era partito tutto così bene...
PER CHI VOLESSE FARSI UN GIRO SUL MIO SITO: http://www.davisaxmirabilia.it
O SUL MIO BLOG: [/url]http://andaraedintorni.blogspot.it/[/url]
saxosax
 
Messaggi: 669
Iscritto il: 05/10/2010, 12:51
Località: Treviso

Re: In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Messaggiodi niji » 16/12/2014, 12:02

posso permettermi di dire che se compro un tuo libro non devo per forza volere un rapporto personale con te, indipendentemente da quante copie hai venduto?
A me questo ha dato molto fastidio: la perdita dei ruoli. Io voglio poter dire che un libro non mi è piaciuto senza dovermi aspettare il messaggio - pubblico o privato - dell'autore che mi chiede di giustificarmi. Io ho smesso subito di commentare i libri. Dopo un po' ho smesso anche di mettere le stellette perché gli autori le contano, le controllano... e alla fine ho deciso che in fin dei conti anobii così era inutilizzabile, e sinceramente mi è anche passata la voglia di leggere esordienti. Ora come ora, a meno di avere gente che me li consiglia caldamente, nuovi nomi della piccola editoria non ne leggo più, preferisco letture di cui non devo rendere conto a nessuno.
Stubbornness is a much maligned quality.
Avatar utente
niji
 
Messaggi: 3246
Iscritto il: 17/09/2009, 10:44
Località: Londra

Re: In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Messaggiodi saxosax » 16/12/2014, 17:05

niji ha scritto:posso permettermi di dire che se compro un tuo libro non devo per forza volere un rapporto personale con te, indipendentemente da quante copie hai venduto?


Sì. In effetti io stavo pensando più che altro alle catene di lettura, se compri il libro, almeno dal mio punto di vista, aquisisci molti più diritti :-P

Quello che mi dispiace più di tutto comunque è il fatto che spesso tutta questa pletora di gente che non sapeva comportarsi, da una parte e dall'altra, ha impedito a quelli che sarebbero stati effettivamente capaci di un confronto civile e piacevole di incontrarsi.
PER CHI VOLESSE FARSI UN GIRO SUL MIO SITO: http://www.davisaxmirabilia.it
O SUL MIO BLOG: [/url]http://andaraedintorni.blogspot.it/[/url]
saxosax
 
Messaggi: 669
Iscritto il: 05/10/2010, 12:51
Località: Treviso

Re: In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Messaggiodi nihal87 » 17/12/2014, 20:02

Do ragione ad entrambi.... ovvero: entrambe le fazione hanno le loro sacrosante colpe, ma era diventato insostenibile il continuo infiltrarsi degli autori.
Ma non solo per quello che riguarda i commenti!! Per il principale problema era dato dall'autopromozione.
Un incubo vero e proprio e su anobii non è possibile controllare il flusso dei commenti! :roll:
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna

Re: In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Messaggiodi niji » 18/12/2014, 16:08

saxosax ha scritto:Sì. In effetti io stavo pensando più che altro alle catene di lettura, se compri il libro, almeno dal mio punto di vista, aquisisci molti più diritti :-P

allora sono d'accordo, se partecipo ad una catena di lettura mi sembra chiaro che ci si aspetta da me un commento e un dialogo sul libro. Credo di averne fatta una sola (bella esperienza anche, ma leggere sapendo che qualcuno sta aspettando che io finisca mi infastidisce).

Invece io l'autopromozione non l'ho particolarmente subita. Non frequentavo granché i gruppi e comunque probabilmente me ne sono andata prima che la cosa "scoppiasse".
Per me anobii era utile per i commenti sui libri, ora li guardo su goodreads. :-P anche se i consigli di amici sono sempre la fonte migliore per le mie scelte.
Stubbornness is a much maligned quality.
Avatar utente
niji
 
Messaggi: 3246
Iscritto il: 17/09/2009, 10:44
Località: Londra

Re: In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Messaggiodi gio » 19/12/2014, 20:33

anche io non entro più da tanto... ma ho il ricordo sì, negli ultimi tempi, di un'autopromozione sfrenata, umanamente comprensibile ma comunque un po' eccessiva nell'insieme

peccato perchè inizialente io ero davvero appassionata di anobi, per la catalogazione libri, per le recensioni, ma anche per le discussioni letterarie... Poi davvero è cambiata "aria"...
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Messaggiodi demon black » 24/12/2014, 15:36

Francamente, a me si, facevano un po' storcere il naso le auto promozioni ma poi, alla fine, non me ne fregava nulla perché li ignoravo...ho anche cercato di mettere uno stop anche nel gruppo altroviano ma mi sentivo sempre rispondere che non c'era scritto nel regolamento del gruppo che non si potesse fare pubblicità come pure quando hanno iniziato ad usarlo come gruppo di scambio/ vendo libri... :evil:
Io ho abbandonato Anobii, lo riapro ogni tanto, ma quando hanno superato le regole delle " non rompetemi i co****ni" iniziando ad invadermi di messaggi privati con "Ciao! Sono l'autore Rompistincus e volevo dirti che, se vuoi leggerlo, te lo spedisco in ebook blablabla" ...ora, in un gruppo puoi fare tutto quello che ti pare (fino ad un certo punto) ma non puoi venirmi a rompere le balls in privato!!!!
L'ultimo addirittura mi ha scritto di non dire a nessuno che la copia in ebook me la dava lui gratuitamente per usarmi come "campione" perché se lo sapeva l'editrice si sarebbe arrabbiata ma, comunque, potevo aggiungerla nella libreria ma se qualcuno mi domandava dove avessi preso la copia, dovevo dirlo di averla presa neanche più mi ricordo dove o da chi!
...ma che cavolo me ne frega a me, scusa?! Caxxi tuoi se vai qualcosa che non dovresti! Non puoi venirmi a dire di leggerlo ma di mentire e poi chi cavolo e' che entra in una libreria e ti fa il terzo grado su di un libro?!

Avere un rapporto con gli autori su Anobii, e' come avere a che fare con degli Dei e guai a te se non ti piace il loro libro!!!
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24065
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: In Italia ci sono più scrittori che lettori... sarà vero?!

Messaggiodi gio » 24/12/2014, 22:42

ohi ohi a questi punti?
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23096
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Precedente

Torna a Leggo dunque sono

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti