Capitolo 5: Ritorno a Farud

Una famiglia imperiale con dei poteri particolari, eredi al trono che portano il marchio di quel potere e un malvagio pronto a tutto per sterminarli...
Per un'avventura in stile Zimmer-Bradley

Moderatori: yui00, demon black

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi B. Franck » 28/07/2011, 14:49

Rodario- Subconscio

Sembra di essere in un sogno, tutto qui dentro è sfuocato e poco illuminato, forse ho fatto la più grande delle stupidaggini, ma non potevo aspettare, Aurora ha bisogno di me e per aiutarla devo capire come liberarmi.

Doopo che cammino per chissà quanto, un angolo alla mia destra diventa sempre più nero e viscido, cautamente mi avvicino timoroo su quello che potrei trovare, per notare nel buio due occhi blu notte che mi fissano e capisco chi ho davanti <Sai perchè sono qui vero?> <Certo> Risponde lui con voce roca e dura <Sai quello che stà accadendo li fuori e della maledizione?> <Si so tutto, da quando mi sono per sbaglio imprigionato nella tua mente so tutto>
Lo guardo e dico <Sai anche come liberarmi?> non risponde subito, passano i secondi e sento <Era da tanto che aspettavo il tuo arrivo Rodario...Si so come liberarti dalla maledizione>
"Più ti immergi nella lettura di un libro, più il tuo piacere aumenta, la tua indole si affina, la tua lingua si scioglie, la tua abilità si perfeziona, il tuo vocabolario si arricchisce e il tuo cuore è appagato"Jahiz 850 d.c.
Avatar utente
B. Franck
 
Messaggi: 4718
Iscritto il: 25/08/2009, 14:29

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi B. Franck » 29/07/2011, 14:02

[Rodario- subconscio]

Rimango in silenzio dopo le parole del demone...e che dovrei dire; lui sa quello che so io ma ora???? Rimaniamo in silenzio ma è lui a riprendere il discorso <Quando mi ritrovai imprigionato nel tuo corpo, credevo di poterlo sfruttare come ponte per questo mondo, ho capito che avrei dovuto aspettare, e mentre aspettavo ho studiato la tua mente; è vero sei straordinario per essere un Dekker, dato che in te è racchiusa la storia della tua famiglia e le conoscenze dei tuoi antenati...anche la maledizione, che conosco perfettamente e che so.....come annientarla Lo fisso, per quanto si possa fissare un essere del genere e dico ancora <Allora? scommetto che risolvere questo problema di salverebbe pure te dalla prigionia vero? sennò non me ne parleresti> <Vero, è un modo anche per me per fuggire....Ho studiato la maledizione e personalmente non ho capito perchè porti davanti una prova così misera; da quello che so devi provare....come si chiama quella debole emozioni...ahh, si l'amore determinato e convinto all'erede di Fedra> Sgrano gli occhi <Dovrei provare il mio amore per Aurora? ma come; so che se mi liberassi dalla maledizione riuscirei a usare poteri increidibili e sono disposto a tutto per averli, perchè questo è l'unico modo per salvare il regno di Aurora, l'unico modo per salvare lei, perché se combatto io non lo dovrà fare lei, quindi....Sarei disposto a tutto per salvarla, per l'amore che provo per lei....> <Allora c'è solo una cosa che devi fare...avvicinati> Lentamente mi avvicino e lui apre la bocca iniziandomi a sussurrare nell'orecchio qualcosa <Mah....è possibile...> <Un bel doppio gioco non trovi...Ora va e fai quello che devi> E mentre il nero scompare attorno a me, tutto riplende mentre ritorno in me totalmente.
"Più ti immergi nella lettura di un libro, più il tuo piacere aumenta, la tua indole si affina, la tua lingua si scioglie, la tua abilità si perfeziona, il tuo vocabolario si arricchisce e il tuo cuore è appagato"Jahiz 850 d.c.
Avatar utente
B. Franck
 
Messaggi: 4718
Iscritto il: 25/08/2009, 14:29

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi B. Franck » 24/08/2011, 8:41

[Rodario]

Tornato in me non voglio perdere altro tempo inutilmente Che ti ha detto Non ora Che vi siete detti? come puoi fidarti della sua.... Ho detto NON ORA! devo fare altro. Inizio a passare da una stanza all'altra del palazzo alla ricerca di Aurora. Alla fine arrivo a quella che dovrebbe essere la stanza del bibliotecario di questo strano luogo.
"Più ti immergi nella lettura di un libro, più il tuo piacere aumenta, la tua indole si affina, la tua lingua si scioglie, la tua abilità si perfeziona, il tuo vocabolario si arricchisce e il tuo cuore è appagato"Jahiz 850 d.c.
Avatar utente
B. Franck
 
Messaggi: 4718
Iscritto il: 25/08/2009, 14:29

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi demon black » 24/08/2011, 16:46

Aurora dalla bibliotecaria

La Bibliotecaria mi ascolta e rimane a fissarmi in silenzio.
Dopo quello che sembra un'eternità, inizia a parlarmi con un dolce sorriso sulle labbra
"Non sei la prima ad avere questi dubbi. Molti prima di te li hanno avuto e molti ancora dopo di te li avranno. Il comando comporta molte responsabilità ma anche molte incertezze. Incertezze che non dovrai mai mostrare in pubblico perchè tu sei quella a cui tutti faranno sempre riferimento. Ma sei una ragazza fortunata, accanto a te ai dei veri amici su cui potrai sempre contare e che ti saranno sempre accanto...per tutta la vita. Drago non è mai stato avventato nelle sue scelte, anche quando erano in lotta il Drago e la Fenice, prima di creare FeDra, era sempre stato un ottimo stratega. Ogni sua decisione è ponderata e ha uno scopo ben preciso. Come la Fenice ha un piano ben preciso su Alan. Ognuno di voi due serve per equilibrare l'altro. Come una si affida completamente all'istinto, non riesce mai a star ferma e non pensa mai prima di agire, come l'altro è ponderato, riflessivo e posato...due facce della stessa medaglia. Il tuo Rodario...purtroppo questa è una faccenda dove nè tu e nè io possiamo mettere mano, è una faccenda privata tra l'erede dei Von Dekker e il Drago. L'unica cosa che ti è concessa è fare quello che il Drago ti ha chiesto e stare vicino a l'erede, nulla più."
Sospiro a sentire le risposte che, in cuor mio, già sapevo.
"Vi ringrazio, signora. Ora devo andare altrimenti penseranno che sono scomparsa" dico facendole un sorriso biricchino.
"OMBRA! LUCE! Andiamo."
Arrivata alla porta mi giro per un ultimo saluto prima di uscire ma la Bibliotecaria non c'è più e, guardandomi intorno, intuisco che è svanita. Scuotendo la testa e sorridendo, apro la porta.

Ombra e Luce escono per primi ma si fermano sulla soglia ad osservare qualcosa; eco anche io e mi ritrovo Rodario davanti e, sorridendogli, lo saluto con un bacio.
"Salve! Dove sei stato finora? Sei soparito subito dopo il nostro ritorno."
Poi, precedendolo sul corridoio "Andiamo a vedere se nelle cucine c'è ancora qualcosa da mangiare? A stomaco vuoto si pensa male" gli dico strizzando l'occhio
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24449
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi B. Franck » 26/08/2011, 10:51

[Rodario]

Finalmente trovo Aurora uscire da una stanza con i suoi due cani. Ricambio il bacio visto che ormai ognuno di noi ha compreso i sentimenti dell'altro....ma questo non sarà d'aiuto per quello che devo fare, per aiutarla. Cammino assieme a lei dicendo <Cercavo delle cose in biblioteca, poi ho trovato una cosa che si trova in cucina...seguimi pure> dirò sorridendo camminando al suo fianco. Giunti davanti alla porta delle cucine, faccio passare prima lei poi con uno scatto entro io prima dei due cani, chiudendoli fuori dalla cucina. Immediatamente blocco con una sedia la porta, e mentre Aurora mi guarda stupefatta, mi lancio su di lei facendola cadere sul pavimento. Le blocco gamba e braccia e poi nel silenzio dico <Non mi perdonerai mai per questo....ma non posso fare altro> Prendo un pugnale da dentro la mia veste e costringo Aurora a impugnarlo. Lei fa resistenza e per un attimo sembra voler usare la sua magia, ma sono abbastanza veloce, e prima che possa fare qualcosa, mi faccio infilzare dal puignale in pieno petto al cuore.
"Più ti immergi nella lettura di un libro, più il tuo piacere aumenta, la tua indole si affina, la tua lingua si scioglie, la tua abilità si perfeziona, il tuo vocabolario si arricchisce e il tuo cuore è appagato"Jahiz 850 d.c.
Avatar utente
B. Franck
 
Messaggi: 4718
Iscritto il: 25/08/2009, 14:29

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi demon black » 26/08/2011, 14:14

Aurora in cucina

Ma cosa...?
Rodario dopo aver chiuso la porta della cucina, la blocca con una sedia. Sto per chiedergli che cosa gli è preso quando mi butta a terra e mi blocca braccia e gambe. Cerco di divincolarmi ma lui è più forte di me fisicamente, l'unica maniera che ho per poterlo sopraffare è usare i miei poteri.
All'improvviso mi mette un pugnale in mano e mi dice cose senza senso...non riesco a capire, sto per usare i miei poteri per togliermelo di dosso ma lui, all'improvviso, prende la mia mano e affonda il pugnale nel suo petto...nel suo cuore!
"NOOOOO!!!!!" urlo con quanto fiato ho in gola.
Rodario si accascia su di me e la mia maglia si bagna con il suo sangue. Riesco a girarlo, accanto a me, e mi inchino su di lui...oh Drago! Non so che fare....mi guardo le mani sporche del suo sangue "Sei impazzito?! Perchè? Perchè?" gli grido arrabbiata, scuotendolo...non può essere morto....perchè? Guardo le mie mani come se fossi ipnotizzata da esse....ma ormai le lacrime quasi non me le fanno più vedere.
Il guaire al di là della porta mi fa ricordare dei miei due amici, con un gesto della mano faccio volare la sedia addosso al muro, facendola rompere, e poi spalanco la porta. Ombra e Luce si precipitano al mio fianco e tra le lacrime riesco a ordinare loro
"Andate a cercare aiuto io...io...." mi guardo le mani intrise di sangue "io...credo di aver ucciso Rodario! Correte!!!"
Ombra e Luce si precipitano fuori dalla porta ed io rimango a guardare Rodario, senza riuscire a far niente. Perchè mi ha fatto fare una cosa simile? Perchè? Io...ora tutto è inutile...
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24449
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi saxosax » 29/08/2011, 13:34

DAEVIRAN

Sbatto le palpebre. Questa non è una fattoria. Non ho mai visto scaffali pieni di libri in una fattoria...
Sono a Farud :!: Ma come ho fatto ad entrarci?
"Bentornato, Principe Daeviasin!"
Mi giro, per nulla sorpreso, e per nulla sorpreso di non essere sorpreso.
"Principe?" dico di getto. "Io non sono un principe e il mio nome non è più-"
La Bibliotecaria capo mi guarda con un sorriso complice.
"Oh... già... avevo dimenticato. Ma... perché io?"
Perché? Perché sono stato richiamato ora? E perché proprio io ho incontrato la nuova erede di Fedra, grande maga? Che cosa potrei darle io di più, che qualunque altro degli antichi spiriti di Alba Verde non potrebbe?
Già, perché Alba Verde non esiste più. Sono ere che non esiste più, e io non sono che un eco del suo splendore, e neanche fra i migliori.
"Il motivo della scelta, come sai, non può esserti noto" dice la Bibliotecaria, che conosce i miei pensieri.
Io la guardo, stranamente (anche se ovviamente non c'è nulla di strano) non provo più dolore.
"Al..."
"Lei non è qui! Non è stata richiamata. Nessun'altro è stato richiamato, questa volta. Sei solo."
"Capisco."
Peccato. è sempre bello rivedere Alaviarin, la mia principessa, la donna che è stata l'amore e la disfatta della mia vita mortale.
"Che cosa devo fare?" chiedo, incrociando le braccia dietro la schiena.
"Rimani vicino all'erede" mi ordina la Bibliotecaria. "Avrà bisogno di te, nei tempi che verranno. Di più non so dire."
Alzo un sopracciglio. "Voi non amate i dettagli, non è vero?"
Lei mi guarda piatta.
"Quel peperino mi creerà un mucchio di grattacapi."
"Te la caverai" si limita a rispondere, forse è ancora offesa per la battuta di prima.
"D'accordo" dico mettendomi le mani sui fianchi. "Farò ciò che posso."
Lei sorride di nuovo. "Quello. E molto di più."
PER CHI VOLESSE FARSI UN GIRO SUL MIO SITO: http://www.davisaxmirabilia.it
O SUL MIO BLOG: [/url]http://andaraedintorni.blogspot.it/[/url]
saxosax
 
Messaggi: 669
Iscritto il: 05/10/2010, 12:51
Località: Treviso

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi B. Franck » 29/08/2011, 19:05

[Rodario]
Il colpo mortale colpisce in pieno il cuore, sento il dolore e poi...lentamnete non sento niente, ma il demone, il demone mi aveva detto.....che sarei stato libero....che [size=50]ma ora è tutto bianco.....[/size]


Il corpo morente di Rodario giace per terra in un lago di sangue con Aurora che piange senza riuscire a fermarsi guardando il suo amato morto a terra. D'un tratto però qualcosa sembra accadere, anzi Aurora potrà notare benissimo qualcosa di veramente anomalo....e mostruoso, percepirà un aura malvagia sprigionare dal corpo di Rodario. All'inizio teme che il demone stia prendnendo il controllo del corpo morto dell'amato, quando....una chiazza nera esce dalla ferita come del sangue, per poi ricompattarsi e schizzare lontano da li via. Il disgusto e lo stupore lasciano l'erede inerme mentre la ferita di Rodario....Scompare! scompare lentamente la ferita e lentamente torna energia in quel corpo morente fino a quando gli occhi di Rodario non si apriranno, come se li aprisse per la prima volta, perchè è come se fosse rinato
"Più ti immergi nella lettura di un libro, più il tuo piacere aumenta, la tua indole si affina, la tua lingua si scioglie, la tua abilità si perfeziona, il tuo vocabolario si arricchisce e il tuo cuore è appagato"Jahiz 850 d.c.
Avatar utente
B. Franck
 
Messaggi: 4718
Iscritto il: 25/08/2009, 14:29

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi demon black » 03/09/2011, 21:06

Aurora nella cucina

All'improvviso la presenza del demone che risiede in Rodario si fa più forte. Mi irrigidisco, in attesa di qualcosa che ho sempre sperato non dovesse mai succedere: il soppravvento del demone in lui.
Del demone non so nulla, non so come affrontarlo perchè Rodario si è sempre rifiutato, fin dall'inizio del nostro "allenamento" ad Arcaly, di farmi entrare in contatto con lui.
Dalla ferita esce del liquido nero che, fuori da essa, lentamente, inizia a compattarsi. Quando ormai penso solo al peggio, il liquido vola via! Scompare talmente velocemente che all'inizio penso di essermi inventata tutto, di aver avuto un'allucinazione dovuta al dolore ma...no, ho avvertito davvero il demone! Per un momento il demone è diventato più forte, era qui con me ma....che sta succedendo?!
Ad un certo punto la ferita comincia a rimarginarsi da sola...ma cosa?
Mi passo una mano sugli occhi cercando di asciugare le lacrime....non può essere! Guardo meglio e...la ferita non c'è più!
Mi abbasso sul suo petto per ascoltare...un debole battito, appena percepibile, inizia a farsi strada fino a me. Alzo di scatto la testa e guardo il viso di Rodario, il colore sta tornando pian piano e ridà vita alle guance e alle labbra. Ma che sta succedendo?!
Mi riabbasso per ascoltare di nuovo e il suo cuore ora batte di nuovo forte come prima...Oh, Drago!!!
E' vivo! E' vivo! E' vivo! E' vivo!!!
"Rodario, Rodario, apri gli occhi, rispondimi!" lo scuoto nella speranza di rivedere i suoi occhi pieni di vita.
Lentamente riapre gli occhi e ora le mie lacrime, da disperazione, si trasformano in lacrime di gioia!
"Rodario...sei....vivo!" scoppio a piangere più forte, coprendomi la bocca con una mano cercando di frenare i singhiozzi inutilmente. Lo abbraccio gettandomi su di lui. Riesco a dire solo "sei vivo! sei vivo! sei vivo!" tempestandolo di baci per la felicità.
Lentamente sento che alza le braccia per circondarmi le spalle e stringermi a lui, riesco a calmarmi un pò.
Finalmente torno in me e, come un fulmine a ciel sereno, tutto quello che è successo da quando abbiamo varcato la soglia della cucina, mi torna in mente!
Mi alzo di scatto e mi allontano da lui e, guardandolo con rabbia, riesco a domandargli solo "Perchè?"
Se mi avvicinassi a lui....sono talmente arrabbiata che non risponderei d me stessa per quanta rabbia e odio ho in corpo in questo momento!
Sentimenti che, oltre a nutrire la Pietra Bianca, vengono alimenti da essa.
"Perchè? Perchè Rodario? Perchè mi hai fatto questo?...cos'è? Ora ti diverti a farmi soffrire? A procurarmi dolore?" non riesco a guardarlo negli occhi così giro il viso di lato e non noto che lentamente lui tenta di rialzarsi e di parlare.
Sento solo la mia rabbia ch aumenta e sento di poterlo odiare per quanto male mi ha fatto!
Con una smorfia sarcasticamente maligna aggiungo "Ha ragione il Drago! Che spettacolo pietoso devo esser stata, vero? ...spero...spero che almeno tu ti sia divertito a farmi del male!" ormai le lacrime di gioia sono state annientate da quelle di rabbia e riesco solo ad urlargli in faccia "Ti odio!" e mi precipito fuori.

Ombra e Luce, di ritorno con alcuni dei fratelli di Farud, mi guardano correre via tra le lacrime e mi seguono mentre i confratelli entrano nella cucina per cercare di capire quello che è successo.
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24449
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi B. Franck » 04/09/2011, 14:08

[Rodario]

Sento...sento la vita...prima il buio poi una luce e poi....mi risento vivo, sento Aurora gridare, sento la mia mente accendersi, ma non solo questo; nella mia mente in pochi attimi affiorano le vite dei miei antenati, delle loro magie, e di quello che mi è stato insegnato a riguardo e poi, finalmente la sento.
Credevo che fosse la mia immaginazione la mia pazzia, ma ora sento il flusso magico pnetrare in ogni parte del mio corpo; magie incantesimi sono alla mia portata e un nuovo flusso di energia mi pervade.
Abbraccio Aurora, ma d'un tratto si infuria, mi attacca e mi dice....che mi odia? ma se prima mi ha abbracciato? Esce di scatto mentre mi alzo in piedi e sospiro <Donne..>
Sei proprio un idiota
< O mai stai zitto se fosse stato per te non avrei parlato con il demone...> ma la mia voce interiore, l'ho percepita dall'esterno, come è possibile....Mi giro e scatto all'indietro <Ahhhh....> Al mio fianco si è formata una mia immagine riflessa, come di uno spettro ma come è possibile?
<Rilassati stupido...se la tua mente si è evoluta con la magia, mi sembra ovvio che lo stesso è capitato al tuo subconscio, quindi la tua doppia personalità ha dovuto....crearsi una forma astrale, meglio potrò darti suggerimenti migliori, anche se potrai vedermi solo te credo, quindi non parlarmi apertamente o ti prenderanno per pazzo>
dirà ridendo mentre della gente entra nelle cucine per capire che cosa è accaduto
<Ora lei è arrabbiata con te e ti odia....temo che hai fatto un guaio>
<Diamine che stupida> Supero le persone che sono entrate e corro per il corridoio...Dopo un pò la trovo e gli grido <Aurora, aurora...ma mi vuoi stare a sentire? credi che stia stato facile per me decidere di farmi uccidere da te dalla donna che amo? ma hai capito perchè ho fatto questa scelta?> Lei non mi parla e allora usando le mie nuove capacita creo una magia tale da formare un muro invisibile davanti a lei
<Ecco il perché 'ro; ora finalmente o dei poteri magici con cui potrò salvare il tuo regno, ho scelto questa mossa per fare in modo di salvare il tuo popolo e te dalla distruzione; ora ho la possibilità di faro tornare Zara buona, non lo riesci a capire razza di egoista?> Gli grido mentre cerco di avvicinarmi <Credi che mi sia divertito credi che non avrei mai scelto di morire per salvarti da morte certa? te contro chissà quali pericoli, e quanta gente sarebbe morta intanto, quanti innocenti? non lo potevo permettere...e ora sei arrabbiata perchè pensi che lo abbia fatto per divertirmi?>
La prendo per un braccio girandola verso di me anche se so che mi prenderà a schiaffi <Guardami, prima piangi e mi baci e ora mi odi.....lo sappiamo benissimo tutti e due il perchè; tutta quella storia della pietra, del drago....se fosse stata vera, dovrei essere morto invece ora ho i miei poteri...dimmi un pò ora credi che il drago dicesse il vero?> gli domandao guardandola negli occhi.
"Più ti immergi nella lettura di un libro, più il tuo piacere aumenta, la tua indole si affina, la tua lingua si scioglie, la tua abilità si perfeziona, il tuo vocabolario si arricchisce e il tuo cuore è appagato"Jahiz 850 d.c.
Avatar utente
B. Franck
 
Messaggi: 4718
Iscritto il: 25/08/2009, 14:29

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi demon black » 06/09/2011, 8:44

Aurora

Rodario mi raggiunge sul corridoio. La rabbia che provo per lui in questo momento è forte, Ombra e Luce lo percepiscono e gli ringhiano contro. Lui si avvicina a me piano cercando di spiegarmi che lo ha fatto per me, lo ha fatto per aiutarmi, per difendermi, perchè mi ama, per far ridiventare Rael buona...lo prenderei a schiaffi!
Mi dà una dimostrazione dei suoi poteri, come se già non sapessi che erano forti ma...quello che mi stupisce è che riesce a farlo senza sentirsi male!
Crea un muro perfetto davanti a me!
Quando inizia a parlare di Drago e a mettere in dubbio le sue parole, non riesco più a mantenere il muro di silenzio che mi ero imposta nei suoi confronti.
"Ti sbagli! Drago aveva ragione su tutto! La Pietra Bianca...lui ha inventato tutto per dare false illusioni...lui...mi aveva fatto giurare di non dirti che c'era una soluzione ma..non potevo, non potevo dirti nulla perchè doveva essere una prova per te! Lui è ancora arrabbiato con voi per ciò che il tuo antenato fece alla mia! Dopo che lei lo rifiutò come sposo, lui la rapì e la fece sua con la forza, con la violenza! Lei si uccise per il dolore e...è da allora che Drago vi odia e che vi maledì! Io gli dissi che tu eri differente, gli dissi che non mi avresti MAI fatto del male, gli dissi che ti amavo e che avevo fiducia in te! Ci diede un'occasione, perchè Drago mi vuole bene, mi ama come una figlia, e mi disse che se tu avresti trovato un modo per dimostrargli che il tuo amore era sincero, se mi amavi veramente e non perchè ero la soluzione alla tua maledizione, insomma se tu avresti dimostrato di non essere come il tuo antenato, cosa che per lui era impossibile visto che crede che tutti i Von Dekker sono degli esseri spregevoli buoni ad usare solo la violenza quando non ottengono ciò che vogliono, solo allora Drago ci avrebbe aiutati. Ma per realizzare tutto ciò dovevo giurargli il mio silenzio, io non ti dovevo dire nulla." gli dico senza aver il coraggio di guardarlo negli occhi.
Con uno strattone mi libero dalla sua presa sul mio braccio "Ma Drago, a differenza di te, non mi ha fatto del male! Non far ricadere la tua colpa su di lui! Non mettere dubbi nei miei sentimenti per Drago! Perchè non mi hai detto nulla di ciò che volevi fare? Se mi avresti spiegato ti avrei aiutato...se solo..." stringo la mano a pugno e Ombra e Luce allontanano Rodario da me. Con i miei poteri alimentati dalla rabbia, rompo il suo muro "Non riesco...non riesco a perdonarti così facilmente come tu vorresti. Mi hai usata per raggiungere i tuoi scopi! Se me lo avessi chiesto, certo, avrei fatto delle storie, in fondo non è che sogni di pugnalarti e rischiare di ucciderti, sai?! Ma ti avrei aiutato, ti avrei aiutato! Invece hai preferito usarmi per raggiungere i tuoi scopi, mi hai mentito!" scoppio in una risata isterica "E tu saresti quello che si arrabbiò con me perchè avevo usato il Sangue di Drago senza dirgli nulla? Sei tu che mi ordinasti di non fare più una cosa del genere senza dirti nulla? Mi chiedesti anche come mi sarei sentita se tu avessi fatto una cosa del genere senza dire niente. Allora non potevo risponderti quindi lascia che lo faccia ora che me ne hai dato l'occasione! Come mi sento? Mi sento come se quel pugnale si fosse affondato nel mio petto! Mi sento come se quel pugnale avesse colpito il mio cuore! Mi sento come se, in quella stanza, insieme al tuo, anche il mio cuore ha cessato di battere!" gli dico con quanto dolore ho nell'anima.
Lo guardo negli occhi, come se volessi aggiungere qualcosa ma non ci riesco. Mi ha fatto male e tutto ciò si riflette nei miei occhi. Riabbasso lo sguardo "Lasciami sola, non mi seguire."
Guardo i miei lupi e ordino "Ombra, Luce, andiamo" ed esco.
Esco fuori, all'aperto, ho bisogno di aria, di camminare!
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24449
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi demon black » 06/09/2011, 9:52

Aurora

Esco a passo di marcia, infuriata e addolorata da tutto ciò che è successo! Se almeno potessi parlare con Alan, se almeno mi potessi confidare con lui! Invece Lè si è rinchiuso nella biblioteca a cercare una soluzione e, quando fa così non vuole essere disturbato anche se dovesse metterci dei mesi.
Leira è ancora sotto l'influenza del demone, quindi parlare e confidarmi con lei è fuori questione...come è fuori questione che parli con quel nuovo arrivato, quel Daeviran, neanche lo conosco! Avrò scambiato con lui si e no una decina di parole!
Con chi potrei parlare?...Drago!

Mi siedo tra le radici di un pino, nel giardino di Farud, chiudo gli occhi e cerco di contattarlo. Drago mi risponde subito.

Ho visto tutto ciò che è successo. Non c'è bisogno che tu mi dica nulla, figlia!
Io...sto male, tanto male! Ma...non posso fare a meno di pensare che lo amo, che ho ancora fiducia in lui e che po...
NO!!!! Come puoi dire che lo ami ancora? Hai visto quello che ha fatto? E' un Von Dekker, e loro non possono fare altro che usare la violenza! Questa è la seconda volta che li sottovaluto e che usano la violenza contro una mia figlia!
Ma lui...non mi ha fatto...voglio dire, non mi ha usato violenza! Stai esagerando, Drago! In un certo senso lo capisco perchè anche io ho fatto lo stesso con il Sangue del Drago. Anche io l'ho usato senza dirgli niente...
Ti ha mentito! Ti ha usato!
Lo so ma...lo amo e lui ama me per questo lo ha fatto.
NO! Pensaci bene! Io non li perdono e anche tu dovresti fare così! Non li perdonerò mai, qualsiasi cosa facciano!
Ma...che vuoi dire? Avevi detto che...
Ho mentito! Non approvo i tuoi sentimenti per lui, figlia mia! Allontanati da lui! Lui è il male! Lui non ti ama e la prova è che ti ha usato per liberarsi dalla mia maledizione!
Ma tu avevi detto...lui ha dimostrato di amarmi, lo ha fatto perchè mi ama! Lo ha dimostrato! Tu avevi detto che se ti avrebbe dimostrato...
Sicura? Sicura che ti ama? Pensaci bene perchè io, non approverò mai i tuoi sentimenti per lui!
Cosa....cosa vuoi dire?
Dico solo che ti stai comportando come quella sciocca! Anche lei diceva che amava il Principe Von Dekker e lui amava lei. Guarda cosa ne ha ricavato quando gli dissi che non approvavo i suoi sentimenti e che doveva ripensarci? Lui la rapì e la prese con la forza!
Ma tu mi avevi detto che lei non lo amava e che lui la voleva solo per cupidigia, per il potere ma....il potere dei Von Dekker uguagliano quelli degli eredi di Fedra, vero? Si, i loro poteri sono uguali ai nostri! Ma...
E con questo? I Von Dekker non avranno mai accesso ai poteri del Drago e della Fenice! Lui non ti ama, lo fa solo per i poteri!
Io...sono confusa...
Confusa? Non c'è nulla che possa crearti confusione! Lui non ti ama, ti vuole solo usare! Ne hai avuto un esempio poco fa...lui ti vuole solo usare e, se nel farlo, ci rimedia anche qualcos'altro, non può che arrecargli altro piacere! E per qualcos'altro intendo anche la posizione che ne deriva da una vostra unione, maggiore potere per sè e per i suoi eredi e...il piacere nel "fare" degli eredi! No, non posso permettere tutto ciò!
Drago tu...stai farneticando!
E' la verità! Lui non ti ama, lui non deve avere accesso a te! Io non lo permetterò! Non accetto i tuoi sentimenti per lui, non commettere lo stesso sbaglio di allora! Tu mi appartieni, sei MIA! Appartieni al Drago
Io...io...devo lasciarti, questa conversazione richiede troppo dispendio di potere...io...devo andare
No, fermati! Non ho anc...


Chiudo il contatto telepatico e alzo gli occhi a guardare il sole in mezo ai rami dell'albero. Sono sotto shock, io...non riesco a capire! Sono confusa...
Con un sospiro richiudo gli occhi e mi lascio andare sull'erba. Mi sdraio e rimango così, con Ombra e Luce accanto a me. Che cosa sta succedendo? Cosa...?
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24449
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Capitolo 5: Ritorno a Farud

Messaggiodi chimaira » 11/09/2011, 17:07

(da Alan) (che pelava patate in cantina...credo...)

Ultimo tubero, ultima buccia...Finalmente quel Zoser sarà contento...
Ormai potrei scrivere un saggio sulle patate!

Ma che cosa...?

Il sangue della mia mano cade sulle patate gialle, imbrattandole: non capisco, ho avvertito come un contraccolpo di energia...Il coltello mi scivola a terra, mentre mi alzo; non so cosa sia successo, ma di sicuro niente di buono...Provo a contattare mia sorella, ma...ma...Non è possibile!

Non può essere...E' come se il canale telepatico che mi unisce a lei sia sparito...
Devo trovarla, alla svelta: Fenice, aiutami tu!

Salgo le scale, e mi precipito nel corridoio: dove sono finiti tutti? Dov'è Aurora?
Avatar utente
chimaira
 
Messaggi: 835
Iscritto il: 01/10/2009, 21:04
Località: Beijing!!!!

PrecedenteProssimo

Torna a Gli eredi di Fedra: avventura e personaggi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron