"Le cronache della Folgoluce" di Brandon Sanderson

Scopri i Fantasy della Locanda da Tolkien a Paolini, da Martin alla Troisi, QUI centinaia di recensioni di romanzi che hanno fatto la storia del fantasy

Moderatori: nihal87, demon black

"Le cronache della Folgoluce" di Brandon Sanderson

Messaggiodi Il Prenna » 31/01/2016, 15:36

Immagini di copertina e trama dal sito di Fanucci Editore

Libro 1 - La Via dei Re

Immagine

Rimpiango i giorni precedenti all'Ultima Desolazione. L'epoca prima che gli Araldi ci abbandonassero e i Cavalieri Radiosi si rivoltassero contro di noi. Un tempo in cui c'era ancora la magia nel mondo e l'onore nel cuore degli uomini. Il mondo divenne nostro e noi lo perdemmo. Pare che nulla costituisca una sfida per le anime degli uomini quanto la vittoria stessa. Forse quella vittoria è stata un'illusione fin dall'inizio? I nostri nemici si resero conto che quanto più duramente si battevano, tanto più resistevamo? Ci sono quattro persone che noi osserviamo. Il primo è un chirurgo, costretto a mettere da parte la guarigione per diventare un soldato nella guerra più brutale del nostro tempo. Il secondo è un assassino, un omicida che piange mentre uccide. La terza è una bugiarda, una giovane donna che indossa il mantello di una studiosa sopra il cuore di una ladra. L'ultimo è un alto principe, un condottiero i cui occhi si sono aperti sul passato mentre la sua sete di battaglia va scemando. Il mondo può cambiare. L'uso dei Flussi e degli Strati può tornare; la magia dei giorni antichi può essere di nuovo
nostra. Queste quattro persone ne sono la chiave. Una di loro può redimerci. Un'altra ci distruggerà.

Un fantasy epico che riconferma la capacità di Brandon Sanderson di scrivere romanzi raffinati, pieni di magia e intrigh


Libro 2 - Parole di Luce

Immagine

La guerra con i Parshendi è giunta a una nuova e più pericolosa fase, da quando Dalinar ha deciso di condurre le armate di Alethkar nel cuore delle Pianure Infrante, nell’audace tentativo di porre fine alle ostilità. Shallan farà di nuovo la sua comparsa alla ricerca della leggendaria, forse mitica, città di Urithuru, che Jasnah crede custodire un segreto vitale per la sopravvivenza di Roshar. I Parshendi a loro volta non esiteranno a cercare un modo per rendersi più forti e rispondere alla sfida umana, rischiando però di aprire la strada al ritorno dei Nichiliferi. In questa lotta tra intrepidi generali e spaventose armate, a Kaladin spetta il compito di difendere Dalinar da Szeth, il temibile Assassino in Bianco, e per farlo dovrà imparare a padroneggiare il potere dei Corrivento, uno degli Ordini che assistevano gli Araldi durante le Desolazioni contro i Nichiliferi.
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6343
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Le cronache della Folgoluce" di Brandon Sanderson

Messaggiodi Il Prenna » 31/01/2016, 16:02

Eccomi qua a scrivere di questa saga che mi ha preso molto bene in questo 2016.

Premettendo che l'autore a me piace molto, si per il suo modo di scrivere, sia per come caratterizza i personaggi, sia per come è capace di tessere fili diversi e poi unirli insieme con maestria, devo dire che questa opera un po' mi spaventa per le dimensioni...

I primi due tomi sono da più di mille pagine l'uno (e se prendete l'edizione cartacea anche da più di 30 € l'uno, ma per fortuna con l'ebook me la sono cavata con poco meno di 2 € a volume) e nel progetto dell'autore i libri in totale dovrebbero essere 10...

Ora lo so che scrivere il finale della ruota del tempo è stata un'esperienza fantastica, e che quindi si è preso bene e ha iniziato un'altra saga "titanica" nelle dimensioni che si aggiunge alle altre che gli amanti del fantasy conoscono bene, ma quando mi ritrovo nel mezzo di queste saghe ho sempre paura che la fine sarà molto molto lontana, come nel caso dello zio Martini o dei Bastardi Gentiluomini, senza contare la già citata Ruota del Tempo...

Ma lasciando da parte queste preoccupazioni questi due libri meritano davvero di essere letti perché secondo me hanno tutte le caratteristiche di un buon libro fantasy.

C'è la magia, ma è avvolta nel mistero e nelle nebbie di un passato da lungo tempo dimenticato e coperto con alone di leggenda, c'è azione, ci sono colpi di scena e il continuo cambio di inquadrature rende bene il gioco. In ogni libro, oltre alla narrazione primaria, che si svolge in ordine cronologico, e agli interludi, sempre in ordine cronologico ma che riguardano personaggi per ora minori, ci viene narrato il passato di un personaggio principale. Pian piano che conosciamo il personaggio principale sappiamo che c'è stata una serie di eventi nel suo passato che l'ha portato nelle situazioni in cui lo abbiamo trovato e scopriamo questi eventi un poco alla volta. Mi è piaciuto molto questo giochino, perché ti costringere a essere curioso e a fare delle ipotesi, che ti portano a vedere la storia sotto una luce, per poi scoprire che in realtà dovevi guardarla in un'altra maniera.

I personaggi di questi libri sono davvero tanti, e ognuno è stato fatto con spessore e misteri, con desideri e con paure, con forze e debolezze. Una particolarità di questi libri è che non è ancora comparso un cattivo per eccellenza, un essere votato al male, anche se ci sono parecchie allusioni a un essere del genere, ma i personaggi si muovono ognuno nei suoi spazi, convinti di cercare il meglio per il mondo, anche se a volte la situazione gli sfugge un po' di mano (un po' tanto in alcuni casi).

Non vedo l'ora di leggere i seguiti, anche se mi sa che sarà una cosa lunga, non tanto per l'autore, che per ora scrive come un forsennato (butta fuori più o meno un libro all'anno se non di più, tenendo conto che in questo conto devono rientrare anche i tre finali della ruota del tempo) quanto perché mi sa che la storia che ha in mente va avanti ancora tanto, nella speranza che non subisca un calo...

Seeya
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6343
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Le cronache della Folgoluce" di Brandon Sanderson

Messaggiodi Il Prenna » 12/05/2018, 18:31

Ho appena finito di leggere in inglese il libro 2.5, ossia quello che l'autore stesso ha dichiarato essere un raccontino per tenere buoni i fan in attesa del terzo volume uscito in inglese ad ottobre.

Il libro (é un racconto rispetto ai fratelli maggiori, ma sono comunque quasi trecento pagine) segue le vicende di Lift, ragazzina già incontrata negli intermezzi di parole di luce e del suo spern. Il primo capitolo è il racconto inserito nel libro principale, poi la storia prende vita da sé svelando i ancora un pezzettino di questo fantastico mondo visto con gli occhi di Lift che dona a tutto un po' di leggerezza che forse manca al filone principale.


:
Spoiler:
mi ero dimenticato ma alla fine di Parole di Luce compare a sorpresa Sanguenotte, la spada senziente e giudicatrice del Conciliatore e viene affidata all'assassino in bianco che poi incrocerà anche il cammino di Lift, che la spada trova simpatica... Mi resta da capire come funziona il crossover dei diversi pianeti di Sanderson...
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6343
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno


Torna a Romanzi e Saghe Fantasy

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron