"Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Scopri i Fantasy della Locanda da Tolkien a Paolini, da Martin alla Troisi, QUI centinaia di recensioni di romanzi che hanno fatto la storia del fantasy

Moderatori: nihal87, demon black

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi Il Prenna » 10/04/2017, 19:23

gio ha scritto:FInito ieri sera. Letto in tre sere e sì mi è piaciuto. Originale, davvero tanto. Direi abbastanza unico!
Un po' fantasy un po' giallo... Bello. Tutto il mondo dei ritmatisti è affascinante, gesseri, linee difensive...
Non ho ben chiaro il modo in cui si diventa ritmatisti (cosa doveva succedere nella famosa camera?) e la figura del Maestro, ma il resto mi ha conquistato.
Tra l'altro davvero adatto anche a lettori giovanissimi.
Solo un difetto... non finisce!!! Non so perché mi ero scordato che fosse un primo volume e lo immaginavo autoconclusivo. Speriamo ora di non attendere troppo per il seguito. Tu Prens hai notizie della tempistica?

:
Spoiler:
secondo me il ritmatista vive in simbiosi con le creature di gesso buone, per cui c'è una guerra di trabbene e male che si sta combattendo al di la del Nebraska e il bene ha trovato questa forma di difesa, copiata purtroppo anche dal Male :)
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6357
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi gio » 10/04/2017, 20:24

Sì, gli scontri sono così ben descritti che ti pare di vederli. I gesseri-unicorni di Melody sono i miei preferiti.

Qualche momento mi ha ricordato le atmosfere di Harry Potter, non so come o dove di preciso, ma la sensazione a tratti c'era.

Ah, e poi il finale...

:
Spoiler:
Molto belli i colpi di scena... Io ho sospettato di Exton per tutto il libro. Ero convinta che non fosse Nalizar il colpevole perché era troppo evidente. Cioè sembrava troppo evidente. Poi salta fuori il colpo di scena dell'ispettore, che proprio non mi aspettavo e poi... colpo di scena post colpo di scena con Nalizar colpevole...
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23786
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi gio » 10/04/2017, 20:26

Ancora solo un appunto sul finale...

La scena in cui sono arrivati per catturare il protagonista... Un po' di paura la fa... Soprattutto le linee che spengono la voce e il fatto di non poter chiedere aiuto...
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23786
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi Il Prenna » 10/04/2017, 21:06

Anche a me ha ricordato Harry Potter come atmosfere. Qualcuno ha commentato dicendo che il Ritmatista é una brutta copia di Harry Potter, anche se tolta la scuola di "magia" con le lezioni ci vedo ben poco.

:
Spoiler:
Sul finale... Direi che mi ricorda molto Deaver :) ti fa credere che sia tutto finito e poi zac... Ci hai creduto che fosse così:) e invece ti frego io :)
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6357
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi gio » 11/04/2017, 10:29

Ma dai, una brutta copia di Harry Potter proprio no, non hanno nulla in comune tranne appunto come dici tu le lezioni e la scuola, ma sono mondi e fantasie del tutto diverse. Però sì c'è un non so che, a volte, che fa venire in mente HP, però a me sembra una cosa positiva...

Cos'è Deaver?
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23786
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi Il Prenna » 11/04/2017, 19:17

Chi è Deaver :)

https://it.wikipedia.org/wiki/Jeffery_Deaver

uno dei miei scrittori non fantasy preferiti, scrive gialli e thriller e quando ci riesce è davvero un asso con le storie intricate...

ti lascio un rimando al suo tavolo qua in locanda, anche se non è aggiornato da un po'...

viewtopic.php?f=23&t=332

anche se abbiamo già constatato che non era il tuo genere :)
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6357
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi gio » 11/04/2017, 21:59

grazie do un'occhiata!
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23786
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi gio » 13/04/2017, 11:00

Prens un'ultima domanda, un dubbio che mi è tornato spesso in mente...

:
Spoiler:
ma secondo te perché non è un ritmatista? Lo desiderava tanto, ha studiato con impegno e passione, sarebbe stato un ritmatista eccezionale :cry:
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23786
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi Il Prenna » 15/04/2017, 14:47

Questa è solo una mia ipotesi... (e conoscendo Sanderson potrei aver preso una cantonata gigantesca)

:
Spoiler:
Sappiamo che possono esserci solo un numero limitato e ben determinato di Ritmatisti e che all'interno della camera tutti hanno visto qualcosa (o qualcuno) di cui non possono parlare. Inoltre sia il poliziotto che il professore sono prove viventi di "ritmatisti" anomali in cui una entità malvagia ha preso il sopravvento e cerca di danneggiare l'interno sistema di scuola+esercito... ma cosa deve difendere il sistema scuola+esercito? I ritmatisti nella vita quotidiana non hanno molto impatto, tranno per il fatto di essere pagati uno sproposito per...

Andrare alla Torre del Nebrask, il centro dell’arcipelago delle Isole Unite, luogo da cui tutto ha avuto origine e luogo dove ancora si combatte e si muore (e si viene trasformati in insulsi disegni di gesso che assomigliano alle mie massime aspirazioni artistiche :lol: :lol: )

Credo che il tutto sia collegato a questo... credo che essere ritmatisti significa in qualche modo vivere in simbiosi con i Gesseri (uso la G maiuscola per distinguerli dagli unicorni di Molly) buoni che in questo modo hanno la forza e la capacità di limitare i Gesseri malvagi.

Ma adesso anche i cattivi hanno trovato il modo di sfruttare questo legame, e sembra che possono farlo mantenendo la loro volontà.

Perché Joel non è diventato un Ritmatista... probabilmente perché ha perso l'attimo giusto e non ci sono più simbionti disponibili, o forse perché la simbiosi può avvenire solo in un certo momento... non so davvero ma conoscendo Sanderson di solito quando qualcuno ha dei problemi con una certa cosa vuol dire che deve solo la strada che hanno fatto tutti non è più sufficiente e bisogna aprire un nuovo sentiero :lol: :lol: e di solito è abbastanza pazzo da scrivere cose a cui non avresti mai pensato...

Questo è quello che immagino, ma potrei aver preso una grande cantonata :)
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6357
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Il ritmatista" di Brandon Sanderson

Messaggiodi gio » 15/04/2017, 16:25

Grazie, quindi restiamo con vari dubbi, molto ruota intorno a quanto accade nella camera... speriamo che il seguito arrivi presto!
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23786
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Precedente

Torna a Romanzi e Saghe Fantasy

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite