"Wolf" di Ryan Graudin

Scopri i Fantasy della Locanda da Tolkien a Paolini, da Martin alla Troisi, QUI centinaia di recensioni di romanzi che hanno fatto la storia del fantasy

Moderatori: nihal87, demon black

"Wolf" di Ryan Graudin

Messaggiodi Il Prenna » 03/02/2018, 12:50

Immagine

1. Wolf: La ragazza che sfidò il destino

È il 1956 e l’alleanza tra le armate naziste del Terzo Reich e l’impero giapponese governa gran parte del mondo. Ogni anno, per celebrare la Grande Vittoria, le forze al potere organizzano il Tour dell’Asse, una spericolata e avvincente corsa motociclistica che attraversa i continenti collegando le due capitali, Germania e Tokyo. Il premio in palio? Un incontro con il supersorvegliato Führer, al Ballo del Vincitore. Yael, una ragazza sopravvissuta al campo di concentramento, ha visto troppa sofferenza per rimanere ancora ferma a guardare, e i cinque
lupi tatuati sulla sua pelle le ricordano ogni giorno le persone che ha amato e che le sono state strappate via. Ora la Resistenza le ha dato un’occasione unica: vincere la gara, avvicinare Hitler… e ucciderlo davanti a milioni di spettatori. Una missione apparentemente impossibile che solo Yael può portare a termine. Perché, grazie ai crudeli esperimenti a cui è stata sottoposta, è in grado di assumere le sembianze di chiunque voglia. Anche quelle di Adele Wolfe, la Vincitrice dell’anno precedente. Le cose però si complicano quando alla gara si uniscono Felix, il sospettoso gemello di Adele, e Luka, un avversario dal fascino irresistibile…

Acclamato dalla stampa, premiato dalla critica, un romanzo feroce e magnifico. Il primo capitolo di una nuova straordinaria serie dal ritmo adrenalinico e dall’indimenticabile protagonista femminile. Un’eroina forte e coraggiosa che rimane nel cuore del lettore per molto, molto tempo.

“Una lettura perfetta per tutti.” – The Guardian

“Il trionfo della suspense. Per gli appassionati di Hunger Games.” – Starred Review


Immagine

2. Wolf 2: il giorno della vendetta

È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall’altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte?

L’adrenalinica conclusione dell’appassionante saga di Ryan Graudin, iniziata con Wolf. La ragazza che sfidò il destino. Un romanzo straordinario dal finale travolgente, in cui l’arma più letale non è quella capace di uccidere, ma quella in grado di condizionare interi popoli.


Immagini e riassunti dal sito di DeA Planeta Libri
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6372
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Wolf" di Ryan Graudin

Messaggiodi gio » 03/02/2018, 15:00

Li hai letti Prens? Il tuo parere?
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23802
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: "Wolf" di Ryan Graudin

Messaggiodi Il Prenna » 03/02/2018, 15:34

Si... La recensione è nelle bozze... Domani la pubblico
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6372
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Wolf" di Ryan Graudin

Messaggiodi Il Prenna » 03/02/2018, 17:46

Questa coppia di libri è un'opera che faccio fatica a classificare. Si parte da un presupposto di fantapolitica e fantastoria (le seconda guerra mondiale è stata vinta dall'Asse, anche se l'italia in realtà ha fatto una brutta fine e Hitler domina incontrastato su mezzo mondo, mentre il Giappone controlla il resto) ma ha un tocco di fantasy\fantascienza per il "dono" della protagonista di mutare aspetto, "dono" che ha ricevuto a seguito di esperimenti effettuati nel campo di sterminio da un dottore della morte nazista che stava cercando di riprodurre la razza ariana.

Il primo libro scorre piuttosto bene per essere un libro per adolescenti... ci sono un po' di personaggi carini e qualche trovata geniale, anche se forse la gara in moto per mezzo mondo poteva essere un attimo più carina.

Bella anche l'idea di raccontare pezzi del passate di Yeal qua e la durante la storia attraverso i lupi che porta tatuata sul braccio per ricordare il suo passato e cancellare il numero del campo.

Però in tutto il libro ti viene da dire ma se lei è il frutto di un esperimento nazista, non è che ce ne sono in giro degli altri? e non è che li sfruttano per evitare che Hitler si faccia male?
:
Spoiler:
o per tenere in vita un tiranno fantoccio?? dato che potrebbe essere morto da anni?


Il secondo libro, dopo che Yeal ha finalmente raggiunto il suo scopo uccidendo Hitler e scoprendo che non è l'unica mutapelle è un libro di fuga e riscatto, dove le due figure maschili si cambiano di ruolo. Luka diventa un eroe ed esce dal suo essere ragazzo copertina, mentre Felix si sgretola sotto il peso della paura...

Mi è piaciuto molto i ricordi incrociati, lo stesso attimo vissuto dai tre protagonisti, tre attimi congelati che raccontano di più sulla loro storia, mi è piaciuto un po' meno alcuni passaggi della storia e soprattutto l'involuzione di Felix...

Lascio a voi l'onere e l'onore di leggere il finale che secondo me sotto sotto ci sta dentro :lol:
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6372
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Wolf" di Ryan Graudin

Messaggiodi gio » 03/02/2018, 20:23

Allora, l'idea di un fantasy che citi/coinvolga i campi di sterminio non mi risuona, però mi hai incuriosito e ho prenotato entrambi i volumi in biblioteca!
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23802
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: "Wolf" di Ryan Graudin

Messaggiodi Il Prenna » 03/02/2018, 23:27

In realtà la storia dei campi di concentramento é gestito in una maniera che mi é piaciuta. Devo dire che essendo pensato per adolescenti non è trattato in maniera profonda ne con intenti di facili giudizi.

Molto bello nel secondo libro la presa di coscienza da parte del figlio del Reich di quella realtà molto spaventosa.
In te c'è più di quanto tu non sappia, figlio dell'Occidente cortese. Coraggio e saggezza, in giusta misura mischiati. Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d'oro, questo sarebbe un mondo più lieto.
Avatar utente
Il Prenna
 
Messaggi: 6372
Iscritto il: 10/08/2009, 10:48
Località: Saronno

Re: "Wolf" di Ryan Graudin

Messaggiodi gio » 22/02/2018, 17:13

Eccomi. Letti entrambi tutto d'un fiato. Ero partita un filo prevenuta e invece mi trovo d'accordo con Prens, gli accenni alla realtà di campo di concentramento mi sembrano trattati bene.
La storia è bella, avvincente. Forse i personaggi più interessanti sono proprio i due ragazzi Felix e Luka che seguono percorsi diversi, ma entrambi molto ben caratterizzati.

Concordo con Prens anche sulla gara, diciamo che si capisce che non era la parte che più interessava all'autrice :)

Molto bello il finale...

:
Spoiler:
commovente, davvero. e giusto. un bel percorso psicologico... e un finale che ci stava tutto...
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23802
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38


Torna a Romanzi e Saghe Fantasy

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron