Diamo un'altra possibilità?

Leggere, rileggere, e leggere ancora. Come, quando, cosa e perchè...

Moderatore: nihal87

Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi nihal87 » 12/10/2010, 20:23

Questa domanda mi è sorta vedendo che Laura Bf, pur non avendo particolarmente apprezzato i libri di Lisa Jane Smith ha deciso comunque di leggere il secondo. Voi ce la fareste?
Intendo dire, se non vi è piaciuto un libro date un'altra possibilità all'autore o dite "nemmeno sotto tortura"?
Io sono un pò tentennante. Nel caso di Brooks ad esempio ho tentato di dare una "seconda" possibilità, in realtà a metà libro ho abbandonato. Nel caso invece di Barbara Risoli non avevo nemmeno le forze di finire il primo quindi di certo non ho iniziato il secondo.
Voi che fareste?
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi yui00 » 12/10/2010, 20:29

Di solito sì, una seconda possibilità si da sempre a tutti, se però mi accorgo che proprio non riesco a leggerlo allora nisba.
Dog goes woof, cat goes meow, bird goes tweet and mouse goes squeek.
Cow goes moo, frog goes croak and the elephant goes toot.
Ducks say quack and fish go blub and the seal goes ow ow ow.
But there's one sound that no one knows
WHAT DOES THE FOX SAY?
Avatar utente
yui00
 
Messaggi: 7340
Iscritto il: 09/11/2009, 21:06
Località: Monza-Monza e Brianza-Lombardia-Italia-Europa-Terra-Via Lattea-Universo

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi Tremalnaik » 12/10/2010, 20:33

Se fosse il primo libro che leggo di quell'autore/trice a non piacermi proprio, non darei una seconda possibilità. se invece un autore/trice che conosco, di cui ho già apprezzato altri scritti, scrivesse un libro che non mi piace, continuerei a comprare i suoi scritti. Mi è già successo con W. Smith, con Ludlum ecc.
Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare,
il coraggio di cambiare le cose che posso, e la saggezza per conoscere la differenza.
Tremalnaik
 
Messaggi: 9915
Iscritto il: 30/09/2009, 15:44
Località: Cagli (PU)

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi nihal87 » 12/10/2010, 20:57

Tremalnaik ha scritto:Se fosse il primo libro che leggo di quell'autore/trice a non piacermi proprio, non darei una seconda possibilità. se invece un autore/trice che conosco, di cui ho già apprezzato altri scritti, scrivesse un libro che non mi piace, continuerei a comprare i suoi scritti. Mi è già successo con W. Smith, con Ludlum ecc.


Sì anche io in questo caso. Un esempio è l'orribile La Bella Addormentata di Anne Rice a cui però darò un'altra possibilità. Nel caso in cui invece il libro sia il primo... non ce la faccio proprio!!
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi gio » 12/10/2010, 21:06

Dipende. Se è il primo libro, autoconclusivo, molto probabilmente non vado a comprarmene un altro di un autore che non mi è piaciuto.

Se è il primo libro di una trilogia, non mi è piaciuto ma mi ha incuriosito può essere che tento il seguito.

Se siamo a un libro sì e uno no, situazione illustrata da Trem, allora magari riprovo ma senza fretta e senza entusiasmo.

Poi naturalmente dipende da quanto non mi è piaciuto, se proprio mi ha fatto orrore, croce sopra. :ugeek:
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23757
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi Tremalnaik » 12/10/2010, 21:26

gio ha scritto:Dipende. Se è il primo libro, autoconclusivo, molto probabilmente non vado a comprarmene un altro di un autore che non mi è piaciuto.

Se è il primo libro di una trilogia, non mi è piaciuto ma mi ha incuriosito può essere che tento il seguito.

Se siamo a un libro sì e uno no, situazione illustrata da Trem, allora magari riprovo ma senza fretta e senza entusiasmo.

Poi naturalmente dipende da quanto non mi è piaciuto, se proprio mi ha fatto orrore, croce sopra. :ugeek:

Veramente la mia situazione vedeva molti libri si e pochissimi no :!:
Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare,
il coraggio di cambiare le cose che posso, e la saggezza per conoscere la differenza.
Tremalnaik
 
Messaggi: 9915
Iscritto il: 30/09/2009, 15:44
Località: Cagli (PU)

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi Sophie » 12/10/2010, 21:46

Vediamo, in genere se un libro non mi piace, è perché o è barboso, oppure mi ha dato sui nervi.
Nel caso si tratti della prima ragione, una seconda possibilità direi che è tutt'altro che esclusa, soprattutto qualora dovesse verificarsi un 'cambio' di genere: per dire, mi dichiaro disposta a provare a leggere in futuro un eventuale nuovo libro di Chiara Strazzulla, a patto che non si tratti un fantasy classico; ma non se ne parla di ri-provare con qualcosa di Maite Carranza (mai più!, come ebbe a dire il corvo... :mrgreen: ), di Zimmer Bradley, Laurell Hamilton, o di Weis e Hickman, perché, semplicemente, nel loro modo di scrivere/delineare personaggi/creare situazioni, c'è per me qualcosa di straordinariamente irritante... non li reggo, o li reggo molto poco, insomma: totale incompatibilità di carattere! 8-)
C'è però da aggiungere che tutti quanti loro, per quanto mi ricordi, hanno avuto almeno una seconda possibilità, e se lo sono bella che giocata! :roll:
Avatar utente
Sophie
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 10/09/2009, 10:25

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi nihal87 » 12/10/2010, 22:14

Io ho deciso che in futuro DEVO dare una seconda possibilità al Signore degli Anelli e i motivi sono due:
- Il Silmarillion, la cui lettura ora langue, mi piace.
- Il film è superlativo.
Il motivo per cui all'epoca abbandonai il Signore degli Anelli era la lentezza, ma mi sono accorta negli anni (l'ho letto nel 2001 e all'epoca la mia pazienza era limitata) che le cose "lente" e "descrittive" le apprezzo se ben scritte.
Nel Silmarillion ho trovato dei passaggi in cui lui usava parole che richiamavano alla mente delle immagini uniche.
La morbosità con cui gli Elfi e Morgoroth si accalcavano sui Silmaril mi ha veramente turbato. Per questo ho deciso che ora, probabilmente, apprezzerò il Signore degli Anelli.
Ma il periodo adolescenziale è finito, non so fra quanti anni i miei gusti letterari potranno cambiare, ma per un bel pò di tempo mi terrò alla larga agli autori che non ho apprezzato in questi ultimi anni, con ultimi intendo 2/3.
Tra questi non darò altre possibilità a quasi tutti italiani :? Gli stranieri che ho letto nell'ultimo periodo mi hanno soddisfatta.
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi niji » 12/10/2010, 22:28

uhm, dipende... se è proprio la scrittura a non piacermi, è difficile che ci riprovi. A meno di non aver letto un primo libro di uno scrittore, dopo anni potrei riprovarci.
Se invece la storia non mi ha convinta completamente, se dovessi trovarne uno dello stesso autore con una trama che mi ispira non mi farei grossi problemi.
^^" ma io sono di bocca buona... sono veramente pochi i libri che non mi sono piaciuti.
Stubbornness is a much maligned quality.
Avatar utente
niji
 
Messaggi: 3345
Iscritto il: 17/09/2009, 10:44
Località: Londra

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi Elli » 12/10/2010, 22:30

Io sono un po' del partito di Sophie... :lol: Se qualcosa in un autore mi ha profondamente irritato, difficilmente proseguo con altri suoi lavori, specialmente se si tratta di libri collegati fra loro. Proprio a proposito della Carranza, già citata dalla stessa Sophie, ho avuto un'esperienza credo simile alla sua: ho letto "Il Clan della Lupa" e quel libro proprio non ha legato con me. Pur non essendo riuscita a trovare difetti oggettivi nel romanzo, non so... era proprio qualcosa nei personaggi, nel modo stesso di raccontare la storia e di costruire le varie situazioni... non faceva per me, proprio no; per qualche motivo è stata una lettura irritante. Quindi, sebbene in un primissimo momento avessi pensato di leggere gli altri libri della trilogia (non mi piace abbandonare le storie), oggi credo proprio che non lo farò. Ci sono così tanti autori e così tanti libri che vorrei leggere... mi sembrerebbe un po' di perdere tempo... :?
Diverso è il caso di libri che magari non ho apprezzato in una certa fascia di età. Oggi sono sicura che riuscirei a digerire meglio cose che magari a 16/17 anni ho detestato (che so... Kafka, per esempio... :lol: ), quindi penso che prima o poi darò un'altra possibilità a quel "gruppo" lì! :lol:
Avatar utente
Elli
 
Messaggi: 2706
Iscritto il: 02/06/2010, 19:55

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi Rox186 » 12/10/2010, 22:33

Di solito se il primo libro di una saga non mi apice non vado avanti, perché vuol dire che non mi sono affezionata ai personaggi o la storia non mi ha preso e quindi non mi viene la voglia di continuare. Per esempio dopo aver letto "La spada di Shannara" non sono andata avanti e non credo lo farò.
Se invece un libro autoconclusivo non mi piace non è detto che non legga altro di quell'autore; magari ha scritto cose migliori; le seconde possibilità le concedo senza problemi :-P
Avatar utente
Rox186
 
Messaggi: 88
Iscritto il: 27/06/2010, 19:22

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi SeanMacMalcom » 13/10/2010, 8:28

Sull'immediato è difficile.
A distanza di anni, invece, è normale! :)
Avatar utente
SeanMacMalcom
 
Messaggi: 9926
Iscritto il: 15/09/2009, 14:59
Località: Torino

Re: Diamo un'altra possibilità?

Messaggiodi gio » 13/10/2010, 8:38

Tremalnaik ha scritto:Veramente la mia situazione vedeva molti libri si e pochissimi no :!:



pardon :ugeek:
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23757
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Prossimo

Torna a Leggo dunque sono

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron