Pagina 2 di 5

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 15/05/2013, 9:42
di SeanMacMalcom
Nota a margine...

In quanto sopra riportato, non deve essere inteso da parte mia un'indole giustizialista, tale da prevedere che la legge sia sempre corretta, sacra e inviolabile. Non mi chiamo Joseph Dredd. :roll: :roll: :roll:
Tuttavia, dal basso della mia ignoranza, sono convinto di una cosa: per cambiare il sistema bisogna prima conoscerlo. Altrimenti non si è "rivoluzionari", ma solo "qualunquisti", non diversamente da coloro che, su aNobii, si vantano di aver scritto un libro senza alcun rispetto per le regole della lingua italiana perché la forma è solo un inutile retaggio del passato e chi scrive curando la forma è solo qualcuno che si "atteggia" con fare saccente.

Picasso ha inventato il cubismo... è vero:
Immagine

ma prima di violare la regola, l'ha studiata e appresa:
Immagine

Non come molti pittori moderni che si limitano a gettare del colore sulla tela e pretendono di essere considerati grandi artisti.

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 15/05/2013, 9:48
di saxosax
Grazie delle spiegazioni, in effetti hai ragione tu :)

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 16/05/2013, 10:56
di gio
grazie Sean, hai chiarito molto il quadro!

cmq, io non mettevo in dubbio la condanna del gestore del sito, in quanto gli interventi insultanti dovevano essere cancellati, ma il fatto che non si ricercasse e punisse anche l'autore del messaggio offensivo.

Però ci sta, se qualcuno nel mio salotto si mettesse a insultare o picchiare un altro ospite e io non alzassi un dito, non sarei certo una brava padrona di casa....

Però, le informazioni che hai postato sono utili, credo per tutti quelli che frequentano la rete. C'è molta leggerezza, certo. Dietro lo schermo del pc ci sentiamo "intoccabili" e anche un po' padre eterni....
Così chi è ben educato nella vita, lo è anche in rete, ma chi è aggressivo/maleducato/ecc. diventa una bomba...

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 16/05/2013, 11:29
di saxosax
Io credo comunque che il primo responsabile di un'offesa sia chi l'ha fatta, noto (tanto per cambiare visto che siamo in italia) una certa faciloneria nel perseguire il proprietario del sito perché non ha cancellato e lasciar perdere l'autore del commento dietro la scusa: "ma non sappiamo dove trovarlo o non siamo capaci o non abbiamo voglia di cercarlo". La polemica non è rivolta alla magistratura, piuttosto alla politica che preferisce seguire la strada facile di rendere più facilmente punibili i titolari dei siti piuttosto che concentrarsi sugli autori dei commenti. Anche perché quando non sai chi è stato a scrivere insorgono dei legittimi dubbi su qualunque condanna, per assurdo potrebbe essere stato perfino il diffamato stesso a scrivere quelle cose per avere una scusa che gli permettesse di querelare il padrone del sito che gli stava sulle scatole, e se non sai chi è stato non puoi provare che sia così ma nemmeno il contrario.
La solita differenza far sicurezza e rassicurazione. :?

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 16/05/2013, 18:41
di nihal87
SeanMacMalcom ha scritto:
nihal87 ha scritto:Certo è che internet non può essere regolata in questo senso.
Lo può essere nei singoli blog o forum, ma in altri modi no!
Vuoi denunciarli per diffamazione? Va bene, ma mettere dei paletti preventivi su internet sarebbe l'inizio della fine.


Domanda volutamente provocatoria (e che non rispecchia il mio personale parere sulla faccenda, ma che mi permetto di esprimere giusto per il piacere della dialettica)...

Perché ogni aspetto della nostra esistenza può prevedere dei paletti preventivi, mentre internet non dovrebbe prevederne alcuno? Cosa rende internet tanto speciale da poter essere territorio franco per ogni libertà espressiva, anche in termini che non tollereremmo in qualunque altro contesto?


Nel senso che... come puoi impedirmi di scrivere qualcosa?
E' come impedirmi di dire qualcosa. Puoi impedirmi di comprare una pistola vietandone la vendita e quindi io non riuscirei a reperirla, ma..... ma come puoi impedirmi di parlare o scrivere?
E' per questo che ritengo sia impossibile la prevenzione, ma solo la puninzione, non fisica ovvio :lol: .

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 22/05/2013, 9:09
di saxosax
Oggi ho trovato questo articolo sul fatto.it, è abbastanza interessante perché fa un paragone con quello che succede all'esterno.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05 ... li/596164/

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 22/05/2013, 9:48
di gio
Interessante, però continuo a non avere le idee chiarissime.

Perchè non va bene applicare le norme che valgono per i giornali anche per i blog? nel senso perchè non si dovrebbero vietare diffamazione e minaccia nel web, così come sono vietate nella vita vera?

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 22/05/2013, 21:28
di nihal87
Io penso che se iniziamo a mettere una briglia al web presto ci ritroveremo con la censura e la fine della libertà di parola.

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 23/05/2013, 7:50
di saxosax
gio ha scritto:Perchè non va bene applicare le norme che valgono per i giornali anche per i blog? nel senso perchè non si dovrebbero vietare diffamazione e minaccia nel web, così come sono vietate nella vita vera?


Perché quello che viene pubblicato su un giornale è avvallato da una redazione che selezione gli articoli e li valuta uno per uno, i commenti su un blog sono liberi e se qualcuno ne deve rispondere deve essere la persona che li ha postati, non di certo chi gestisce la pagina. é come se qualcuno venisse a casa tua dando del ladro a una terza persona e questa, venutolo a sapere, denunciasse te perché sei la proprietaria della casa... :?

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 23/05/2013, 11:22
di gio
saxosax ha scritto:
gio ha scritto:Perchè non va bene applicare le norme che valgono per i giornali anche per i blog? nel senso perchè non si dovrebbero vietare diffamazione e minaccia nel web, così come sono vietate nella vita vera?


Perché quello che viene pubblicato su un giornale è avvallato da una redazione che selezione gli articoli e li valuta uno per uno, i commenti su un blog sono liberi e se qualcuno ne deve rispondere deve essere la persona che li ha postati, non di certo chi gestisce la pagina. é come se qualcuno venisse a casa tua dando del ladro a una terza persona e questa, venutolo a sapere, denunciasse te perché sei la proprietaria della casa... :?



però chi gestisce un forum secondo me ha delle responsabilità. secondarie rispetto all'autore del messaggio, ma le ha. Cioè il primo colpevole è chi scrive, ma il secondo è chi lascia il suo messaggio offensivo in bella mostra, a disposizione di tutti gli utenti. è come se un demente entrasse qui in locanda e scrivesse un messaggio offensivo e diffamatorio contro di te. Se io lo lascio lì per giorni, funziono da cassa di risonanza per il messaggio. Credo che il mio dovere, appena mi accorgo, sia provvedere a eliminarlo, o chiedere a chi lo ha scritto di modificarlo/eliminarlo.
O ancora, secondo me è come se qualcuno venisse fuori da casa tua, tua tua, proprio di tua proprietà, è attaccasse sulla tua porta in bella mostra un cartello con scritto che tizio è un ladro. Se tu lo lasci lì, in bella mostra, non diventi complice di chi lo ha scritto? A quel punto se tizio passa per la tua via e vede il cartello, chiederà a te spiegazioni, no? Ovviamente, ribadisco, il primo colplevole è l'autore del messaggio, ma poi arriva chi ne permette la diffusione.

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 23/05/2013, 11:25
di gio
Credo sia uno dei motivi per cui, in genere, chi gestisce forum ha una serie di collaboratori. Perchè è naturale che una persona non possa sempre essere pronta, attenta, presente, ma se si è un gruppetto qualcuno che individua il messaggio "scottante" ci sarà, no?

Ora nel caso citato non so quanto sia rimasto "esposto pubblicamente" il messaggio. Se si tratta di mezzagiornata il responsabile del forum umanamente non credo abbia "colpe", se si tratta di due o più giorni e il messaggio è stato visto e lasciato lì.... peccato di omissione?

Ribadisco comunque, se si doveva punire, era doveroso individuare anche l'autore del post.

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 23/05/2013, 11:29
di gio
nihal87 ha scritto:Io penso che se iniziamo a mettere una briglia al web presto ci ritroveremo con la censura e la fine della libertà di parola.



be' ci sono delle vie di mezzo, tra il web come piazza fuori da ogni regola in cui posso insultare e diffamare, e la fine della libertà di parola!

Re: il comportamento dei singoli nella rete

MessaggioInviato: 23/05/2013, 14:54
di saxosax
Io penso che le responsabilità del gestore di un forum non debbano andare oltre le sue possibilità e che una legge giusta non debba metterti nell'impossibilità di poterti esprimere liberamente e di dare questa possibilità anche ad altri.

Se qualcuno appende un cartello diffamante nei confronti di un mio vicino di casa sulla mia porta e io non lo tolgo per una settimana potrei essere punibile perché come dice gio do risonanza a quella diffamazione. Ma se io lo tolgo e quel qualcuno il giorno dopo lo rimette e fa così per giorni e giorni? Io non so chi sia e non posso passare le giornate a piantonare casa mia, perché lavoro e ho vari impegni. E se io avesse decine di porte sulla mia casa e mi trovasso un cartello su ognuna? O su tutte le finestre? O addirittura con i muri tappezzati? Dovrei passare le mio giornate a togliere cartelli. E a lavorare quando ci vado? La mia vita quando la vivo? Se per legge io dovessi essere ritenuto responsabile di tutte quelle scritte non potrei evitare di finire in galera, oppure dovrei morire di fame standomene tutto il giorno a casa in attesa del terribile attacchiono.
I blog sono un po' così, e anche i forum: pensa su questo forum ci fossero migliaia di utenti attivi, ce la faresti a controllare tutto? Ti servirebbero dei collaboratori, e con cosa li paghi? Lo fanno gratis, ma ti fideresti sapendo che quella che rischia di pagare se qualcuno si distrae sei tu?
Quello che spaventa delle nuove proposte intimidatorie di alcuni personaggi "noti" è che propongano di risolvere la questione affibiando ai gestori degli spazzi tutta la responsabilità di quello che scrivono gli utenti, costringendo di fatto tutti quanti a chiudere forum e blog ai commenti in via preventiva perché nessuno avrebbe i mezzi e le risorse per adeguarsi.