Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Leggere, rileggere, e leggere ancora. Come, quando, cosa e perchè...

Moderatore: nihal87

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi demon black » 17/07/2013, 16:26

Elli ha scritto:@Blackie: no, non ti odierò :ugeek: Ma, ovviamente, non potrò farci nulla se la Lega degli Esordienti Italiani comincerà a darti la caccia (in caso fatti insegnare qualche trucchetto da nihal... sa benissimo come nascondersi da loro :lol: ).
:lol: :lol: :lol: :lol:


tanto tra un pò mi trasferisco e faccio perdere le mie tracce! :lol: :lol: :lol:


Elli ha scritto:@Però l'accoppiata "trama interessante" + "autore che mi piace" mi conduce di certo all'acquisto,


Questo di sicuro pure a me conduce all'acquisto

Elli ha scritto:mentre quella "trama interessante" + "autore che non mi entusiasma" mi frena parecchio. Anche questo, in un certo senso, è un pregiudizio; il problema è che se un autore in passato mi ha dato la sensazione di aver perso tempo col suo libro, ci penso su un milione di volte prima di "ricascarci", anche se la trama a prima vista è carina. Del tipo: "mi hai fregato una volta, non mi freghi più"! :lol:


A me non è che frena, a me non fa comprare e basta!
Ci sono cascata un paio di volte con un autore che non mi piaceva come stile ma ho pensato "Vabbè, diamogli un altra possibilità :roll: " ...me ne pentii amaramente! :cry:
Sui pregiudizi...io sono molto peggio di te, credimi!!!
Ci sono alcuni autori che nemmeno morta leggerò mai più i loro libri per il malomodo in cui mi trattarono su Anobii (e, di conseguenza, parlo di autori italiani) :evil:
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24870
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi niji » 17/07/2013, 17:32

Come dice Elli, anche se il mercato magari funziona in maniera diversa, il fatto che le tirature di un libro di un esordiente siano più basse è comunque vero. Un libro, per farti attirare dalla trama, lo devi innanzitutto vedere in libreria.
Perché tu lo veda vuol dire innanzitutto che è presente e poi che magari non è infilato di dorso in un angolo di uno scaffale...
Un libro della Rowling lo trovi in quantità e in posti ben visibili, si può permettere un sacco di articoli e di pubblicità in più e quindi ha un sacco di possibilità di "interessare" qualcuno che invece un libro di un esordiente qualsiasi non ha.
Questo indipendentemente dal fatto che - a differenza di te, Blackie - molte persone se apprezzano la scrittura di un autore comprano qualsiasi cosa scriva. E penso che Harry Potter abbia aiutato la Rowling a conquistare la cieca fedeltà di molti lettori.

Per i pregiudizi, io ho invece proprio quello dell'"esordio". Un sacco di persone, suppongo, si fanno attirare dall'idea di essere tra le prime a scoprire un nuovo autore promettente, io non mi fido granché di un primo libro e preferisco che siano altri a "testarlo". :lol: Troppe volte un primo libro non è, per forza di cose, la massima espressione delle capacità di quello scrittore, che deve ancora crescere. Se compro un libro di esordio è solo perché persone di cui mi fido me l'hanno raccomandato.
Stubbornness is a much maligned quality.
Avatar utente
niji
 
Messaggi: 3345
Iscritto il: 17/09/2009, 10:44
Località: Londra

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi SeanMacMalcom » 17/07/2013, 17:37

Domanda provocatoria... (ma sincera...)

Considerando che tutti i grandi autori venditori di bestseller sono stati esordienti, almeno una volta nella loro vita, ed esordienti veri, del tipo che nessuno li conosceva, né fra i lettori, né tantomeno fra gli editori (perché, al di là di ogni considerazione credo che J.K., in questo caso, non abbia certamente mandato un manoscritto anonimo a un editore, mettendosi "in fila" nella speranza di essere letta e pubblicata); come è possibile che siano diventati famosi se "pochi" sono disposti a investire sugli esordienti?
Cioè... giustamente è stato ricordato come Harry Potter sia partito "in sordina", prima di diventare un caso mondiale: ma come ha fatto a "passare oltre", date le premesse di cui sopra?
Avatar utente
SeanMacMalcom
 
Messaggi: 9926
Iscritto il: 15/09/2009, 14:59
Località: Torino

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi nihal87 » 17/07/2013, 17:50

Passaparola.
Molto sottovalutato come metodo, ma ha grande valore.
Se Blackie o qualcuno di voi inizia a martellarmi dicendomi "No guarda devi leggerlo perchè è bellissimo!" magari dico "Dai oh lo dicono loro!"
Libro sconosciuto, autore sconosciuto, ma consiglio di un amico conosciuto e fidato.
Risultato: lo leggo.
Se a me piace da morire e conosco altre decine di persone che leggono lo consiglio a loro e così verso l'infinito e oltre!!!

Basta che un editore abbia detto "Bah si è un bel libro, vediamo cosa succede." e che i lettori lo amino e SBAM diventa un caso. Vedi Harry Potter.

La Bloomsbury era sconosciuta quanto la Rowling e ha fatto un tentativo.
Potevano miseramente crollare sotto il loro tentativo e infati un altro SBAM e sono diventati sia loro che lei stramiliardari.
E tutto grazie al Passaparola!
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi SeanMacMalcom » 17/07/2013, 17:58

Sì, questo è chiaro... però il passaparola ha bisogno, ovviamente, di un punto di origine.
E, obiettivamente, questo punto d'origine non può essere una sola persona... perché, per quanto straordinario possa essere l'autore e per quanti amici possa avere l'unica persona che ha mai letto quel libro, difficilmente si potrà arrivare a un migliaio o più di copie vendute (giusto per citare l'esempio in oggetto di questo thread). Anche perché si parla di amici "fidati"... e quanti amici "fidati" ognuno di noi può vantare che abbiano, a loro volta, altrettanti amici fidati esterni tuttavia alla propria cerchia? E se il libro viene letto e apprezzato, ma solo all'interno di una cerchia fosse anche di cento persone, non sarà comunque mai un caso editoriale...

... o mi perdo qualcosa?
Avatar utente
SeanMacMalcom
 
Messaggi: 9926
Iscritto il: 15/09/2009, 14:59
Località: Torino

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi demon black » 17/07/2013, 18:21

nihal87 ha scritto:E tutto grazie al Passaparola!



Concordo in pieno con Nihal! Il passaparola è il modo più potente e miracoloso a cui un autore possa aspirare...oltre al caso che ha fatto diventare famoso Paolini, ma in quel caso si tratta solo di puro culo e basta (ehm...scusate il francesismo :roll: ma è l'unica parola che può rendere a pieno quello che intendo! :lol: :lol: ).
Tralasciamo che io l'ho seguito per l'intero Ciclo dell'Eredità e che mi sia piaciuto anche se x il finale avrei voluto averlo per le mani e dirgli "Riscrivi la battaglia finale e fatta bene questa volta e non perchè non sapevi come farli combattere! :evil: " ma, lui, la notorietà l'ha avuta nella più classica favola disneyana a lieto fine.
Come da favola, figlio di due insegnanti che hanno abbandonato i lavori per dedicarsi all'istruzione dei due figli (che di sicuro se lo potevano permettere economicamente altrimenti erano solo due pazzi senza cervello!), lui scrive un libro che tutti rifiutano di pubblicare ma il papà, di buon cuore, glielo fa stampare e lo mette in qualche store del paese. Passa per caso il principe azzurro, un editore nel nostro caso, compra il libro, lo legge che gli piacque fino al punto che contatta il ragazzo e gli dice che lo vuole pubblicare....happy end e soffiate di naso per la commozione!
Ditemi se questo non è culo! :roll:

Tornando a noi...io ho conosciuto molti libri tramite il passaparola! Trem mi ha fatto conoscere i gialli medioevali di Fratello Cadfael che io non è che li amo, li idolatro proprio!!! *o*
Mac...mi ha fatto conoscere Midda che ho apprezzato anche se il suo stile non è quello che preferisco (lui lo sa, io preferisco il dialogato al descrittivo :oops: ). Ho conosciuto Midda e mi è piaciuta molto (anche se ho apprezzato molto di più un certo oste/locandiere :mrgreen: )
Nihal e Gio...beh, ho perso il conto dei libri che mi ha fatto conoscere!
Elli...ho conosciuto Elli sempre per passaparola e poi, grazie anche alla gentile e simpatica promozione che la sua editrice fece proprio per noi della Locanda (grazie ad Elli naturalmente!) per la nostra Lettura Comunitaria, ho potuto comprare i primi due volumi e leggere e amare il primo! (il secondo aspetto al prima parte del terzo, Elli lo sa! :lol: )
Lord...lo stesso per il suo libro! E' entrato nella Locanda e ci è rimasto e, lo ammetto, comprai il suo libro perchè sapevo che la sua editrice gli avrebbe pubblicato il secondo a seconda delle vendite del primo quindi, ho preferito far numero sulle vendite per lui piuttosto che prenderlo in prestito in Locanda e non me ne sono pentita!

insomma...io credo fermamente che il passaparola sia il metodo migliore di notorietà intramontabile da che l'uomo ha scoperto la scrittura! ;)
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24870
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi demon black » 17/07/2013, 18:26

SeanMacMalcom ha scritto:... o mi perdo qualcosa?


Io credo che ti perdi i social come Anobii!
io ho conosciuto molti autori grazie (anche se alle volte "grazie" è stato l'ultimo pensiero :roll: ) alle catene di lettura, passaparola di altri utenti, etc etc.

Ora, lasciando perdere un attimo la Rowling...guarda il caso di Twilight e delle 50 Sfumature!
Due trame e approcci di età di lettori differenti ma entrambi famosi in entrambe le età! Le Sfumature sono diventate famose con il passaparola, lo stesso con Twilight....mai sottovalutare la forza e le azioni di un'adolescente che, in piena crisi ormonale fa conoscere un libro ad un intera scuola e da quella scuola il propagarsi della voce, come se fosse un'epidemia, a tutte le altre scuole del paese, di quello vicino e così via...
Un giorno senza un sorriso...è un giorno perso (Charlie Chaplin)
Avatar utente
demon black
 
Messaggi: 24870
Iscritto il: 19/08/2009, 6:04
Località: Castelli Romani

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi nihal87 » 17/07/2013, 18:30

Sean è ovvio che non parte da UNA persona. Ma vuoi che almeno in 10 non comprino un libro???
Dico almeno DIECI!!! E da quei dieci già potrebbero leggerlo in boh..... 50? vuoi che ognuno non abbia almeno cinque amici che leggono e che sono interessati??
Quindi.... detto ciò... non dimentichiamo internet.
Ho conosciuto grazie al web autori che altrimenti avrei ignorato, anzi che non avrei mai neppure trovato e ahimè alcuni sono italiani :lol: :lol: dopotutto la LEI mi deve qualcosa!!!!
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi SeanMacMalcom » 17/07/2013, 18:30

Non so... ancora i conti non mi tornano.
Ci rifletto su...
Avatar utente
SeanMacMalcom
 
Messaggi: 9926
Iscritto il: 15/09/2009, 14:59
Località: Torino

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi gio » 17/07/2013, 18:39

SeanMacMalcom ha scritto:Non so... ancora i conti non mi tornano.
Ci rifletto su...


ma il sospetto qual è? che non esista il "vero" caso editoriale, il fortunato figlio del passaparola e che in realtà sfondino solo i libri che l'editore ha deciso di spingere?

non che sia un'ipotesi infondata, eh.

In effetti anche io penso che il vero colpo di fortuna (passaparola di amici, internet, social) sia decisamente raro. Non impossibile, ma raro.
Avatar utente
gio
Amministratore
 
Messaggi: 23757
Iscritto il: 22/10/2008, 18:38

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi SeanMacMalcom » 17/07/2013, 18:56

Buh!

Lungi ora a voler portare la mia inesperienza come esempio, dal momento che io, come direbbe il Maestrone, non sono artista ma soltanto umile artigiano.

Più che altro penso, chessò, a libri come l'Acchiapparatti o Pan, libri dei quali non ho praticamente MAI sentito parlare male e che, sicuramente, quali esordienti(/emergenti, hanno avuto il loro piccolo successo. Ma, appunto, è un piccolo successo.
Volendo basare la tesi del caso editoriale nato qual coseguenza del passaparola e di internet, libri come l'Acchiapparatti o Pan dovrebbero essere già sbarcati quantomeno in Ammmerica, con tanto di film al seguito.

Quindi, la domanda è sempre quella... cosa mi perdo?!
Avatar utente
SeanMacMalcom
 
Messaggi: 9926
Iscritto il: 15/09/2009, 14:59
Località: Torino

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi saxosax » 17/07/2013, 19:39

nihal87 ha scritto:forse 1500 copie sono comunque tante anche per uno sconosciuto :lol: non so che tiratura abbiano i libri degli esordienti, ma di quelli che ho letto negli ultimi anni mi stupirei se ne avessero venduti anche solo 50!


Entro a bomba nella discussione giusto per dare due dati.
1500 copie in tre mesi significa (immagino io) una tiratura iniziale di un 5000-10000 copie o giù di lì, almeno. Il che ovviamente obbliga a una buona distribuzione e visibilità nelle librerie almeno in una ristretta zona geografica.
Un esordiente come lo intendiamo noi (quelli che fanno le catene su anobii per farsi conoscere per capirci), ammesso di aver pubblicato non a pagamento e non per i fatti propri, ha una tiratura minima (da contratto) che si aggira attorno alle 200 copie, stampate a blocchi di 30-40 giusto per non rischiare.

C'è modo e modo di essere esordienti :?
PER CHI VOLESSE FARSI UN GIRO SUL MIO SITO: http://www.davisaxmirabilia.it
O SUL MIO BLOG: [/url]http://andaraedintorni.blogspot.it/[/url]
saxosax
 
Messaggi: 669
Iscritto il: 05/10/2010, 12:51
Località: Treviso

Re: Flop se sei esordiente, Boom se sei famoso...che tristezza!

Messaggiodi nihal87 » 17/07/2013, 21:24

Posso solo dire che fino ad ora non ho trovato nessun libro di esordiente che possa paragonarsi ad Harry Potter e sì Harry Potter è un'opera prima.
Perchè è di questo che parliamo: di esordi che scivolano nell'ombra e scompaiono.
Da lettrice come ormai tutti mi conoscete dico che: se sono scomparsi nell'ombra un motivo ci sarà no?
Se la Rowling dopo immani fatiche è diventata la boss del fantasy attuale, evidentemente era più brava degli altri.
O no? :roll:
Immagine
Avatar utente
nihal87
 
Messaggi: 6862
Iscritto il: 23/03/2010, 14:26
Località: Cesena, Emilia-Romagna

PrecedenteProssimo

Torna a Leggo dunque sono

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron